News

Prima dell'Alta Langa 2024

grande degustazione a Teatro Regio

IL 18 MARZO È ANDATA IN SCENA LA VI EDIZIONE DELLA PRIMA DELL'ALTA LANGA, LA GRANDE DEGUSTAZIONE ANNUALE DELLE BOLLICINE PIEMONTESI TRA PRODUTTORI, ESPOSITORI, DEGUSTAZIONI E MASTERCLASS

Innamorati delle loro terre, i soci del Consorzio Alta Langa, dal 2001, hanno avviato e difendono una viticoltura armonica al delicato, biodiverso tessuto dell’Alta Langa e dei suoi valori, rispettando i ritmi naturali delle alte colline.

Ogni anno, il Consorzio organizza La Prima dell’Alta Langa, un’occasione imperdibile per far scoprire, a operatori e professionisti del settore, le diverse sfumature delle oltre 100 etichette di Alte Bollicine Piemontesi rilasciate della Case spumantiere. E sempre in location di livello.  Per l’edizione di quest’anno, è stato scelto «uno dei templi della cultura italiana – come ha sottolineato la presidente del Consorzio, Mariacristina Castelletta con cui il Consorzio Alta Langa ha stretto una partnership dalla scorsa estate. Luogo con un design unico al mondo per la sua eleganza e maestosità, rispecchia ciò che desideriamo per la nostra denominazione: un profilo e uno stile altissimi, un’eccellenza con una grande storia, di cui essere orgogliosi».

Di quale location si sta parlando? Del Teatro Regio, dimostratosi cornice suggestiva e originale per i 65 produttori e i 150 cuvèe in degustazione, centralissimo, facilmente raggiungibile, che si affaccia su una delle piazze principali del capoluogo sabaudo. Un po’ “ristretto” forse per tutti i produttori presenti e per l’affluenza di pubblico riscontrata.

Ma ricapitoliamo: il 18 marzo il foyer del Teatro Regio ha ospitato la sesta edizione de La prima dell’Alta Langa, la grande degustazione annuale delle alte bollicine piemontesi. Una manifestazione esclusiva che ha visto un tutto esaurito e la presenza di ospiti italiani e internazionali, oltre a masterclass di livello, guidate dall’enologo Donato Lanati per offrire un approfondimento ulteriore su quello che sono i vini Alta Langa.

A partecipare alla manifestazione il vicepresidente della Regione Piemonte, Fabio Carosso, che ha commentato: «Da astigiano ho visto nascere l’Alta Langa e sono sicuro che saprà farsi riconoscere tra i grandi vini del mondo».

Torino si è così trasformata, per la prima volta, in capitale della degustazione delle bollicine piemontesi. Un traguardo importante dopo le precedenti edizioni andate in scena tra Venaria, Moncalieri, Milano e le due primissime edizioni al Castello di Grinzane Cavour.

Insomma, un grande momento di incontro tra produttori e consumatori di bollicine made in Piemonte, ma un ancor più grande successo per il territorio e per coloro che lo vivono, ogni giorno.