News

  • Giorgina Siviero: come può ripartire il commercio torinese - Leggi tutto
  • Carlo Emanuele Bona: Torino ancora al centro della filiera dell'editoria - Leggi tutto
  • Alberto Sinigaglia: i canali di informazione, basilari per la rinascita - Leggi tutto
  • Christian Greco: la cultura per contribuire alla rinascita - Leggi tutto
  • Alessandro Bollo: le priorità su cui lavorare per il futuro - Leggi tutto
  • Sebastian Schwarz: vorrei un Regio senza barriere - Leggi tutto

Musica

Concerti autunno/inverno 2020 al Circolo della Musica

Voci, racconti, ritmi e note: un viaggio alla scoperta di tutto ciò che la musica è capace di narrare

Uno spazio di cultura musicale pensato per esplorare voci, racconti, ritmi e note – alternative, ibride, digitali – capaci di intrecciarsi e creare nuove forme del suono, nel confronto tra artisti italiani e internazionali, leggende del suono alternativo, esploratori della più innovativa elettronica, musicisti fuori dalle rotte tradizionali, e infine cantautori che si confrontano, faccia a faccia. Con questa presentazione il Circolo della Musica svela al pubblico gli appuntamenti della stagione autunnale / invernale 2020 che, dopo mesi di eventi in streaming e pillole di cultura musicale social, ritornano in versione classica.

 

Il programma

 

venerdì 11 settembre 2020

  • Ore 21.30
  • ANY OTHER + Low Standards, High Fives
  • Any Other è il progetto di Adele Altro, artista veronese da anni di base a Milano. Il suo ultimo album Two, Geography, uscito nel 2018 per 42 Records, è la testimonianza sonora di una crescita incredibile rispetto al debutto Silently. Quietly. Going Away del 2015. Una crescita vera, senza rete e senza paura di sperimentare e rischiare. Non esistono recinti e classificazioni capaci di rinchiudere l’immenso talento di Adele in un’unica definizione: dall’indie rock di stampo Anni ’90 che ne aveva caratterizzato gli esordi si è via via spostata verso una formula più matura e personale e che mischia canzone d’autore con influenze jazz e avant. Adele scrive, suona, canta, arrangia e produce la sua musica, e la musica è il centro di tutto. L’unica cosa che conta. Fuori dalle mode e dai vincoli, senza stare a guardare quello che funziona ma semplicemente inseguendo le proprie inclinazioni. La geografia di cui parla Adele nelle sue canzoni è quella dei sentimenti e dei corpi. Una geografia privata, personale, e naturale.
 

venerdì 18 settembre 2020

  • Ore 21.30
  • DAVIDE TOFFOLO (Tre Allegri Ragazzi Morti) in Andrà tutto benino...
  • L’arrivo del virus in Italia raccontato da Covid-19 e Davide Toffolo. Durante il periodo di lockdown che ha investito il pianeta, Davide Toffolo ha disegnato una serie di tavole diffuse sui suoi canali social che oggi diventano un libro e un esclusivo spettacolo dal vivo. Attraverso la musica live, parole e immagini in diretta, Davide ci racconta la sua esperienza di quarantena in compagnia di Covid- 19.
 

mercoledì 23 settembre 2020

  • Ore 21.30
  • ANDREA PENNACCHI in Pojana e i suoi fratelli
  • Nell’autunno del 2018 recita un monologo intitolato Ciao terroni per la campagna This is Racism che fa il giro del web. Oggi è ospite fisso di Propaganda Live su La7. Teatrista dal 1993, è autore di numerose opere tra le quali Eroi, finalista al Premio Off. Per il cinema ha recitato nel pluripremiato Io sono Li di Andrea Segre e in Suburra. Per la Rai ha interpretato ruoli in Non Uccidere 2 e Don Matteo. Presenterà per la prima volta lo spettacolo Pojana e i suoi fratelli, tratto dal libro recentemente uscito per People. Sul palco con lui i musicisti Giorgio Gobbo e Gianluca Segato.
 

venerdì 2 ottobre 2020

  • Ore 21.30
  • PEPPE SERVILLO (Avion Travel) & LUIS MANGALAVITE in ‘Il resto della settimana’
  • Peppe Servillo, accompagnato al piano da Natalio Luis Mangalavite, legge alcuni brani tratti dal libro di Maurizio De Giovanni intitolato Il resto della settimana. Il titolo rimanda al tempo trascorso in un piccolo bar dei quartieri spagnoli a Napoli prima e dopo l’appuntamento con la partita degli azzurri, dove una varietà di persone si dà il là per commentare, senza barriere di censo, i fatti calcistici e non della settimana, svelando di sé non solo la propria natura di tifosi ma anche quella umana tout court che ci introduce all’umore e alla storia di una città meravigliosa che resta da sempre un vero e proprio teatro all’aperto.
 

venerdì 9 ottobre 2020

  • Ore 21.30
  • GIAN MARIA ACCUSANI (Sick Tamburo - Prozac+) in Da grande faccio il musicista
  • Gian Maria Accusani, fondatore e leader di gruppi come Prozac+ e Sick Tamburo, si presenta per la prima volta al pubblico in veste di storyteller. Con lo spettacolo Da grande faccio il musicista, ci racconta il suo percorso musicale, dall’adolescenza ai tempi del The great complotto, fino ad arrivare al presente con i Sick Tamburo, passando ovviamente per le altre varie esperienze, come quella dei Prozac+ . Ci racconta aneddoti in cui spiega come sono nate certe canzoni e perché sono state fatte certe scelte, ci racconta dei viaggi musicali e molto altro. Il tutto ovviamente condito da alcuni brani eseguiti con chitarra e voce.
 

venerdì 16 ottobre 202

  • Ore 21.30
  • ALESSANDRO BARONCIANI e CORRADO NUCCINI in Quando tutto diventò blu, concerto a fumetti
  • La graphic novel cult dell’illustratore Alessandro Baronciani diventa un concerto a fumetti. È Quando tutto diventò blu (BAO Publishing), storia di Chiara, che ama il mare e le immersioni ma un giorno si sente come soffocare sott’acqua. Chiara ha paura di tante cose, ma soprattutto di ammettere di avere un problema. Desidera fortemente che qualcuno dia un nome alla sua malattia per non dover ammettere di avere paura della paura.

mercoledì 4 novembre 2020

  • Ore 21.30
  • DAMO SUZUKI NETWORK con Xabier Iriondo (Afterhours), Corrado Nuccini (Giardini di Mirò), Enrico Molteni (Tre Allegri Ragazzi Morti), Karim Qqru (The Zen Circus) + ospiti
  • Il Damo Suzuki Network è un progetto nato nel 1998. Suzuki, nato in Giappone nel 1950, fondatore del progetto nonché ex-cantante dello storico gruppo Can, ha speso gran parte della sua vita a girare il mondo, venendo coinvolto da musicisti sempre diversi appartenenti al paese in cui il progetto viene ospitato. Il principio di partenza di Damo Suzuki è quello di adattare la propria voce e capacità improvvisativa a ogni situazione musicale che gli si presenta ad ogni concerto. Il network è stato ospitato in Europa, Americhe, Africa, Asia e Oceania con intensivi tour. La band che accompagnerà sul palco rivolese Damo Suzuki avrà la struttura di un quartetto formidabile ed inedito, formato da musicisti delle più importanti band italiane: Damo Suzuki, voce, Xabier Iriondo (Afterhours), chitarra, mahai metak, taisho koto, Corrado Nuccini (Giardini di Mirò), chitarra, elettronica, Enrico Molteni (Tre Allegri Ragazzi Morti), basso, Karim Qqru (The Zen Circus), batteria. Inoltre ci saranno ospiti speciali che, salendo sul palco, arricchiranno le possibilità improvvisative di questo irripetibile concerto!
  giovedì 26 novembre 2020
  • Ore 21.30
  • TEHO TEARDO
  • Il nuovo lavoro del compositore di origini friulane si intitola Ellipses dans l’harmonie ed è interamente ispirato alla musica contenuta nelle pagine dell’Encyclopédie di Diderot e D’Alembert, la cui copia originale è custodita nell’archivio della Fondazione Giangiacomo Feltrinelli, che ha prodotto e commissionato l’album. In Ellipses dans l’harmonie non c’è solo un omaggio all’Encyclopédie, ma anche una connessione politica con lo spirito dell’Illuminismo che ha guidato la genesi dell’opera e l’attuale necessità di luce davanti ai nuovi oscurantismi. Attualmente Teho Teardo è nuovamente impegnato al fianco di Enda Walsh nella scrittura delle musiche per Medicine, il nuovo spettacolo del drammaturgo irlandese (già noto per aver scritto Lazarus con David Bowie ma anche il film Hunger di Steve Mc Queen), e sta scrivendo le musiche per un film della regista Ildikó Enyedi, Orso d’Oro a Berlino 2017.
 

venerdì 4 dicembre 2020

  • Ore 21.30
  • COLOMBRE + BIPUNTATO
  • Tre anni fa il suo album di esordio Pulviscolo, anticipato dal fortunato singolo Blatte (che vedeva un prestigioso, quanto raro, featuring di Iosonouncane), aveva catalizzato l’attenzione di pubblico e addetti ai lavori per l’eleganza della scrittura e degli arrangiamenti. Colombre, al secolo Giovanni Imparato, non ha però avuto fretta di tornare. Si è preso il tempo per scrivere e arrangiare (oltre che per produrre Deluderti di Maria Antonietta e fare un tour come chitarrista di Calcutta nel 2019) il nuovo album Corallo, uscito a marzo per Bomba Dischi. Ora l’attesa è finita ed è tempo anche di tornare a calcare i migliori palchi italiani.
 

venerdì 11 dicembre 2020

  • Ore 21.30
  • GUANO PADANO in ‘The movie soundtracks concert: da Morricone a Bob Dylan!’
  • Il power trio composto dal chitarrista Alessandro Asso Stefana (Vinicio Capossela, PJ Harvey), dal batterista Zeno de Rossi (Vinicio Capossela) e dal bassista Danilo Gallo, forte di collaborazioni con personaggi quali Mike Patton, Calexico e Bill Frisell, è pronto per portare dal vivo un nuovo spettacolo che rivisita alla loro maniera le musiche di film storici che hanno segnato un’epoca, dai western firmati Morricone a Tarantino, passando per le composizioni di Nino Rota e Bob Dylan.