News

  • 'Filippo Juvarra regista di corti e capitali' alla Biblioteca Nazionale Universitaria - Leggi tutto
  • 'Mascarilla 19 – Codes of Domestic Violence' dal Castello di Rivoli in streaming - Leggi tutto
  • 'Mozart a Torino' concerto online al Teatro Carignano - Leggi tutto
  • 'Glocal Film Festival 2021' di Piemonte Movie è digitale - Leggi tutto
  • Il 'San Giovanni Battista' di Caravaggio ai Musei Reali - Leggi tutto
  • 'Nel nome del Dio web' in streaming dalla Casa del Teatro Ragazzi e Giovani - Leggi tutto

Cultura

Alessandro Barbero online con i GiovedìScienza

Lo storico è protagonista, insieme a Marco Ciardi, di una conferenza online dedicata alle streghe. Di ieri e di oggi

Il ciclo di appuntamenti virtuali GiovedìScienza, ideato sulla tradizione dei MartedìScienza per diffondere in maniera chiara e accattivante il metodo scientifico, si conclude con la conferenza dedicata a uno dei dualismi più intriganti di tutti: quello tra realtà e magia. Ogni epoca ha le sue streghe: anche la nostra – Ragione e pensiero magico ospita in qualità di relatori Alessandro Barbero, scrittore Premio Strega 1996, storico medievalista e professore ordinario all'Università del Piemonte Orientale, con Marco Ciardi, insegnante di Storia della Scienza all'Università di Bologna con oltre 200 pubblicazioni all'attivo.

Conosciamo le storie di stregoneria come uno degli aspetti che caratterizzano il Medioevo. È naturale che in un’epoca in cui la scienza faceva i suoi primi passi, gran parte dei fenomeni naturali apparissero magici. L’idea che qualcuno, venuto a conoscenza di quei segreti, li usasse per fini occulti e contro il resto dell’umanità era tutt’altro che peregrina. Le convinzioni religiose contribuivano a questo clima con la contrapposizione di diavoli e angeli, inferno e paradiso, premi e punizioni divine. È un clima culturale che si può riconoscere anche in quel capolavoro della letteratura italiana e mondiale che è la Divina Commedia di Dante Alighieri. Di qui deriveranno qualche secolo dopo i processi alle streghe, i roghi, le storture dell’Inquisizione. Oggi è tutto cambiato. Eppure il pensiero magico, e sul fronte simmetrico il pensiero diabolico e 'stregonesco' sopravvivono in forme diverse.

Il 'complottismo' può essere analizzato sotto questa luce? Credenze e teorie stravaganti continuano a essere ben presenti e diffuse anche nella nostra epoca. La scelta di valori (quella tra ragione e pensiero magico), che fu compiuta nel Seicento, al momento della nascita della scienza moderna, è una scelta che non è mai conclusa, e va sempre ribadita e ripetuta a ogni generazione.


Vuoi leggere l'intervista esclusiva di Alessandro Barbero per Torino Magazine? Clicca qui