News

Teatro

“La fanciulla del West” al Teatro Regio

La fanciulla del West, che trasporta il genere western sul prestigioso palcoscenico dell'opera, offrendo al pubblico una storia avvincente e ricca di emozioni al Teatro Regio

Nel 1910, Giacomo Puccini presentò al Metropolitan Opera di New York uno dei suoi lavori più originali e audaci, La fanciulla del West, che trasportava il genere western, allora popolare nei film muti, sul prestigioso palcoscenico dell'opera, offrendo al pubblico una storia avvincente e ricca di emozioni.

Questa rappresentazione, unica nel suo genere dal momento che mescola la grandiosità dell'opera lirica al fascino selvaggio del West americano, va in scena al Teatro Regio con la regia dell'argentina Valentina Carrasco che, prendendo spunto dalle suggestioni cinematografiche, propone un nuovo allestimento capace di omaggiare il genere western.

Protagonista dell'opera è Minnie, una giovane donna forte e altruista che gestisce un saloon in un villaggio di cercatori d'oro della California. La sua vita prende una svolta inaspettata con l'arrivo del bandito Dick Johnson, di cui si innamora. In un gesto disperato per salvarlo dalla forca, Minnie si impegna in una rischiosa partita a poker, mettendo in gioco la sua stessa felicità. Da non dimenticare il ruolo dello sceriffo Jake Rance, che nutre un amore non corrisposto per lei.

Questa trama ricca di passione, tradimento e sacrificio è accompagnata da una colonna sonora altrettanto emozionante, che fonde elementi tipici della musica western con il tocco distintivo di Puccini. Sul podio dell’Orchestra e del Coro del Regio sale il maestro Francesco Ivan Ciampa.

Protagonisti sono Jennifer Rowley che debutta nel ruolo di Minnie, Roberto Aronica è il bandito Johnson e Gabriele Viviani lo sceriffo Jack Rance.

Il calendario delle rappresentazioni è così suddiviso:

  • giovedì 21 marzo ore 20 (Anteprima Giovani);
  • venerdì 22 marzo ore 20;
  • sabato 23 marzo ore 15;
  • domenica 24 marzo ore 15;
  • martedì 26 marzo ore 20;
  • mercoledì 27 marzo ore 15;
  • giovedì 28 marzo ore 20;
  • venerdì 29 marzo ore 20;
  • martedì 2 aprile ore 20.

Per maggiori informazioni: qui