#followthepink, è sbocciata la nuova Artissima

///#followthepink, è sbocciata la nuova Artissima

#followthepink, è sbocciata la nuova Artissima

#followthepink, è sbocciata la nuova Artissima

Rosa come colore identificativo di Artissima. Rosa come tonalità simbolo dell’arte torinese. E rosa come le donne che lavorano 365 giorni l’anno per creare una delle fiere d’Arte Contemporanea più importanti nel panorama internazionale. In queste pagine, otto storie per scoprire chi c’è dietro a una delle manifestazioni più attese a livello mondiale.

Devo essere sincera, ho sempre avuto un debole per Artissima. Ogni anno aspetto, quasi con trepidazione, il giorno dell’inaugurazione. Ma forse ancora di più il momento in cui, finita la conferenza stampa che dà il via alla fiera, posso passeggiare tranquillamente tra le vie colorate di opere e capolavori che sono l’anima della manifestazione.

Colori, forme, tele… un universo sospeso in cui l’arte contemporanea si respira realmente.

Motivi e sensazioni che mi hanno portato a immaginare un articolo diverso rispetto a quelli di presentazione scritti negli scorsi anni. Parlando qua e là, mi sono presto accorta che i torinesi (e non) non hanno idea del lavoro che serve per dar vita a questi quattro giorni di fiera e, soprattutto, ignorano chi stia dietro le quinte. Se, infatti, al timone tutti sappiamo esserci Sarah Cosulich, delle sue sette collaboratrici sappiamo ancora troppo poco. Per non parlare del team esterno, che da luglio a novembre arriva per aiutare, entrando a far parte di quella grande famiglia chiamata Artissima.

Artissima mese per mese

«A volte mi chiedono cosa facciamo tutto l’anno – racconta Sarah – spesso sorrido, perché penso sempre che 12 mesi siano pochissimi».

✿ La selezione delle gallerie inizia il giorno dopo la fine dalla fiera. Se, da un lato, i galleristi partecipanti vengono super selezionati, dall’altro c’è la costante voglia e ricerca di allargarsi. Basti pensare che il 70% delle gallerie partecipanti sono straniere.
✿ A gennaio si chiude la politica commerciale della fiera e viene data una prima struttura all’edizione che si terrà quell’anno.
✿ Tra febbraio e aprile parte la promozione della fiera.
Si viaggia molto, si visitano le altre manifestazioni artistiche. Vengono incrementati tutto l’aspetto comunicativo e lo sviluppo dei progetti speciali.
✿ A maggio si chiude la domanda di partecipazione per le gallerie.
✿ A giugno si riuniscono i comitati per la scelta dei galleristi.
✿ A luglio si disegna la fiera, si assegnano gli spazi e si chiude la lista dei partecipanti.
✿ Settembre è il mese delle conferenze, dell’invio del programma vip, degli stampati e della logistica legata agli ospiti (oltre 500 persone).

I petali di Artissima

Otto donne. Otto diverse personalità. Otto ruoli chiave. E, ovviamente, otto storie diverse. Uno staff dinamico, che si muove e si relaziona con interlocutori molto diversi tra loro: da un lato c’è il grande pubblico, l’evento in sé e tutto quello che si crea attorno ad Artissima; dall’altro, il loro lavoro di costruzione della fiera, ossia ciò che renderà la manifestazione fruibile e sorprendente. Iniziate con queste otto donne un viaggio che profuma di novità, intraprendenza e tantissima passione…
Insomma, #followthepink.

2017-05-23T08:25:21+00:00