News

  • Matteo Baronetto: la Torino che sogno - Leggi tutto
  • Brigitte Sardo: l'imprenditoria al femminile centrale per lo sviluppo della città - Leggi tutto
  • Dario Gallina: le parole chiave? Progetti, accelerazione e positività - Leggi tutto
  • Cristiano Fiorio: un futuro straordinario è possibile - Leggi tutto
  • Andrea Gavosto: «La rinascita di Torino parte dalla formazione» - Leggi tutto
  • Riccardo D'Elicio: lo sport come fattore di rinascita per Torino - Leggi tutto

Pareri dei Lettori

Giulia Vetromile

Torinese classe ’86, laureata in Archeologia, è animata da una grandissima passione per l’arte e i musei. Quattro anni nel mondo della ristorazione di lusso con il ruolo di sales & event manager e marketing executive la conducono a Pessione, presso Casa Martini, di cui segue tutta l’attività di sales e marketing; aspettando la chicca dell’estate: la visita allo stabilimento produttivo. Amante della montagna in inverno e del mare in estate, ritaglia squarci di tempo per assecondare un’altra grande passione decisamente originale: la subacquea.

Consiglia

«Da dieci anni il Piccolo Lord è il mio punto di riferimento per festeggiare occasioni speciali o semplicemente per godermi una bella serata: personale cortese e mai invadente, specialità ricercate dal calice di benvenuto alla piccola pasticceria salata di produzione interna; per non parlare delle cinque tipologie di pane, sempre fatto in casa. Un locale super sotto tutti punti di vista. Il legame speciale, però, è con il Bar Cavour, ‘casa’ per molti anni: cocktail sublimi e cibo non da meno, un american bar che fa l’occhiolino ai locali internazionali più cool. Da provare la domenica sera per assistere ai concerti jazz. E poi lo street food di Oh Crispa!, un must di San Salvario, difficile trovare posto ma vale la pena aspettare: poi tutto è delizioso, dai ravioli ripieni di brodo ai bao fino ai noodles, assolutamente da provare».