News

Cultura

Il potere dei senza potere

Interrogatorio a distanza con Václav Havel. Il ruolo politico della verità, il protagonismo della società e la forza dell'individuo contro le logiche replicanti del potere


Da dissidente e perseguitato politico, nel 1989, Václav Havel viene eletto Presidente della Cecoslovacchia e in seguito, nel 1993, della Repubblica Ceca. A trent'anni dalla sua nomina, la vicenda politica di Havel rivive nella mostra 'Il potere dei senza potere’. 32 pannelli compongono l'esposizione che, nella prima sezione, procede fra aneddoti e fatti biografici affiancati a contributi video dell'epoca, mentre nella seconda narra di attualità e contrapposizioni con l'oggi. Trait d'union tra le due componenti è il negozio dell'ortolano di Praga, immagine emblematica dell'uomo-simbolo della vita nella verità - tema caro ad Havel - che un giorno decise di non esporre più il cartello 'Proletari di tutto il mondo unitevi' tra la frutta e la verdura, come prescritto dal regime.