News

Cultura

“Dialoghi e danze” nel giardino degli Imbianchini

Nella stagione estiva, il pergolato del giardino della Trattoria Decoratori & Imbianchini ospita una serie di appuntamenti culturali, corsi, occasioni di incontro e confronto.


Nella stagione estiva, lo storico pergolato del giardino della Trattoria Decoratori & Imbianchini si trasforma nella cornice perfetta per ospitare una serie di appuntamenti culturali, corsi, occasioni di incontro e confronto organizzati dall'associazione Fa Bene. Una programmazione estiva che dai libri arriva alle danze popolari del Sud, passando per l'arte e per la solidarietà.

L’intento è quello di valorizzare una delle osterie storiche più antiche d’Italia, tessere legami con le realtà del territorio e proporre attività di ogni genere, aperte a un pubblico variegato.

Si inizia con un ciclo di incontri letterari, organizzati in collaborazione con la libreria L’ibrida Bottega e intitolati Tra il bicchiere e la luna:

  • 6 giugno, ore 18.30, con Enrica Tesio, scrittrice e blogger torinese, che racconta al pubblico il suo ultimo successo editoriale, Tutta la stanchezza del mondo (Bompiani, 2022);
  • 4 luglio, ore 18.30, Oskar Giammarinaro, cantante e leader degli Statuto, che presenta il suo primo libro Rabbia e stile. Storia dei Mods e degli Statuto (Milieu Edizioni, 2022);

A moderare entrambi gli incontri è Natalia Ceravolo, bookblogger e conduttrice radiofonica.

Dal 7 al 28 giugno, ogni martedì, viene promosso un corso estivo di Pizzica Salentina e Danze Tradizionali, iniziativa realizzata in collaborazione con La Paranza del Geco e ACeM Associazione Corpo e Mente, occasione per imparare i passi e i ritmi travolgenti di una delle danze popolari più amate d’Italia.

Al termine di ogni evento non manca poi un brindisi con etichette del territorio, acciughe e croccanti rubatà.

Tra gli incontri in programma, la mostra Le finzioni del reale di Franz Clemente visitabile fino al 28 giugno, oltre all’incontro tra arte e poesia, intitolato Crepe di Luce, del 13 giugno.

Per l’estate, la Trattoria si trasforma in un rifugio dove condividere esperienze, gustare ricette piemontesi, ballare e leggere, circondati da arte, natura e storia.