News

  • 'Coco + Marilyn' di Douglas Kirkland al Palazzo Gromo Losa di Biella - Leggi tutto
  • 'CinemAutismo' in streaming con l'Associazione Museo Nazionale del Cinema - Leggi tutto
  • 'Io sono stata come lei' incontro online con il Circolo dei lettori - Leggi tutto
  • La videoproduzione ‘Green 2021’ online dalla Reggia di Venaria - Leggi tutto
  • 'Il Museo Egizio a casa tua', visitare online il Museo Egizio - Leggi tutto
  • La 'Carrozza del Re' ai Musei Reali - Leggi tutto

Cultura

‘Tempi difficili’, ciclo di incontri online con il Politecnico di Torino

Mappe per orientarsi nella pandemia del XXI secolo: 11 incontri con docenti d'eccezione per fare luce su origini, dinamiche, conseguenze e possibilità della pandemia Covid19. Per anticipare la Biennale Tecnologia del 2022



La pandemia Covid19 ha innescato una crisi che sta avendo un impatto enorme dai punti di vista economico, politico, culturale, psicologico e sociale. Dopo un 2020 particolarmente complesso il Politecnico di Torino propone Tempi difficili – Mappe per orientarsi nella prima pandemia del XXI secolo, percorso di approfondimento di 11 tappe dedicato a chi vuole (ri)trovare l'orientamento in uno scenario che sta producendo disorientamento e incertezza. il programma anticipa la prossima Biennale Tecnologia, prevista per il 2022.

 

Il calendario in breve

  • 13 marzo: Da Wuhan al vaccino: un anno di pandemia, con Anna Masera
  • 20 marzo: Come eravamo. Il mondo prima del virus, con Pierluigi Fagan
  • 27 marzo: Dalla peste del '300 al Covid-19: quali insegnamenti dalla storia?, con Guido Alfani
  • 10 aprile: Tutelare la salute: le sfide della sanità pubblica, con Nerina Dirindin
  • 17 aprile: Vaccini e anticorpi monoclonali per riguadagnare la libertà, con Rino Rappuoli
  • 24 aprile: La rete del contagio: il virus e le sue dinamiche, con Paolo Vineis
  • 8 maggio: La grande migrazione online: costi e opportunità, con Juan Carlos De Martin
  • 15 maggio: Si può dare un senso alla catastrofe? Un'indagine filosofica, con Enrico Donaggio
  • 22 maggio: Come pensare i costi della pandemia, con Cristiano Antonelli
  • 29 maggio: Risposte e prospettive per l'Italia del futuro, a cura di Luca De Biase
  • 5 giugno: La sociodemia: diagnosi e cura delle conseguenze sociali della pandemia, con Enrico Giovannini, Fabrizio Barca, Elena Granaglia

 

Il programma completo

Il percorso parte sabato 13 marzo, con la lezione Da Wuhan al vaccino: un anno di pandemia a cura di Anna Masera, Garante dei lettori (e utenti web) del quotidiano La Stampa. La lezione, corredata di mappe, dati e visualizzazioni infografiche, offre uno sguardo a tappe cronologiche su come è nata, come si è evoluta e come è progredita fino ad oggi, nel mondo e in Italia, la pandemia.

A Pierluigi Fagan, studioso della complessità e autore, è affidato il racconto di Come eravamo. Il mondo prima del virus: per capire come si è arrivati alla pandemia e valutarne l’impatto occorre una riflessione di lungo periodo sulla curva degli eventi che l'hanno preceduta.

Sabato 27 marzo la parola passa a Guido Alfani, professore di Storia Economica presso l’Università Bocconi di Milano ed esperto di demografia e di storia delle pandemie. La lezione Dalla peste del ‘300 al Covid-19: quali insegnamenti dalla storia? traccia i punti di continuità storica così come i fattori di discontinuità, per individuare le possibili conseguenze di medio-lungo periodo, prestando particolare attenzione al tema della disuguaglianza e della povertà.

Con l’incontro di sabato 10 aprile il focus si sposta sulla sanità pubblica: la pandemia ha colpito il nostro Paese in un momento in cui il Servizio Sanitario Nazionale aveva raggiunto il suo punto di massima debolezza ma allo stesso tempo ne ha messo in risalto il valore prezioso, da salvaguardare e potenziare. Ad affrontare l'argomento Tutelare la salute: le sfide della sanità pubblica è Nerina Dirindin, economista esperta di welfare e di politiche sanitarie, già docente dell’Università di Torino.

Microbiologo, Medaglia d'oro al merito della sanità pubblica nel 2005 e Professore di Vaccines Research presso l’Imperial College di Londra, attualmente direttore scientifico e responsabile della attività di ricerca e sviluppo presso GlaxoSmithKline Vaccines di Siena. Rino Rappuoli sarà protagonista dell’appuntamento di sabato 17 aprile, dedicato a un approfondimento specifico su un tema particolarmente attuale, del quale Rappuoli è tra i massimi esperti: Vaccini e anticorpi monoclonali per riguadagnare la libertà.

Le dinamiche del virus sono al centro dell’appuntamento successivo, sabato 24 aprile, con Paolo Vineis. Professore ordinario di Epidemiologia Ambientale presso l'Imperial College di Londra e Visiting Professor all’Istituto Italiano di Tecnologia di Genova. Nella sua lezione La rete del contagio: il virus e le sue dinamiche, Vineis ripercorre l’origine del virus e della sua diffusione considerando tre prospettive: le condizioni preesistenti; l’interazione tra popolazioni umane e caratteristiche intrinseche del virus; il ruolo della geografia umana nel condizionare la diffusione.

Dopo aver ripercorso le dinamiche che hanno portato alla diffusione del virus, la lezione seguente - sabato 8 maggio - sposta l’attenzione sul ruolo che ha avuto il digitale durante la pandemia. È Juan Carlos De Martin, Professore al Politecnico di Torino, Faculty Associate dell’Università di Harvard e co-curatore di Biennale Tecnologia, ad approfondire le conseguenze del massiccio e improvviso passaggio all’online avvenuto circa un anno fa con la lezione: La grande migrazione online: costi e opportunità.

Nella lezione Si può dare un senso alla catastrofe? Un'indagine filosofica di sabato 15 maggio Enrico Donaggio, professore di Filosofia della storia all’Università degli Studi di Torino e Senior Fellow all’Institute for Advanced Study dell’Université Aix-Marseille, prova a strutturare una risposta a questa e altre domande: Cosa sta succedendo? Siamo di fronte al più grande evento della nostra vita? Cosa possiamo fare?

Il percorso prosegue sabato 22 maggio, con un incontro dedicato ai costi economici di questa crisi: Come pensare i costi della pandemia. La lezione è a cura dell’economista Cristiano Antonelli, che ha accettato una sfida particolarmente complessa: provare a ragionare su come pensare all’impatto economico – nelle sue varie declinazioni – della pandemia ancora in corso. Antonelli ha lavorato nella Direzione Scienza Tecnologia e Industria dell'OCSE ed è stato Rockefeller fellow al Massachusetts Institute of Technology.

Per il decimo appuntamento, sabato 29 maggio, Tempi difficili  propone un incontro a più voci coordinato da Luca De Biase, co-curatore di Biennale Tecnologia, dal titolo Risposte e prospettive per l’Italia del futuro. Sanità, istruzione, lavoro e cultura/intrattenimento: De Biase interagisce con ospiti diversi, ciascuno esperto di un particolare ambito, con l'obiettivo di delineare che cosa dovrebbe cambiare in questi sistemi per uscire migliori da questa crisi.

La rassegna si conclude sabato 5 giugno con una tavola rotonda finale incentrata sulla Sociodemia: diagnosi e cura delle conseguenze sociali della pandemia. A condurre l'incontro, moderato da Luca De Biase, il Ministro delle infrastrutture della mobilità Enrico Giovannini;  Fabrizio Barca, ex presidente del Comitato per le politiche territoriali dell'OCSE (dal 1999 al 2006) e Ministro senza portafoglio con delega per la coesione territoriale nel governo Monti (dal 2011 al 2013); Elena Granaglia, docente di Scienza delle Finanze al Dipartimento di Giurisprudenza di Roma3 che, per il Governo, ha svolto diverse attività di consulenza per il Governo in materia di politica sociale (sanità e politiche contro la povertà).

Tutte le lezioni di Tempi difficili saranno trasmesse gratuitamente online in streaming sul sito www.polito.it/tempidifficili. Le lezioni rimarranno disponibili sul sito dell'iniziativa insieme agli appuntamenti del Festival della Tecnologia del 2019 e dell’edizione 2020, la prima, di Biennale Tecnologia.