News

Cultura

“Margaret Bourke-White” da CAMERA Torino

CAMERA offre una nuova esposizione che vede protagonista un’altra grande maestra della fotografia del Novecento: l’americana Margaret Bourke-White


Dopo le mostre dedicate alle grandi pioniere della fotografia Eve Arnold e Dorothea Lange, CAMERA – Centro Italiano per la Fotografia offre una nuova esposizione che vede protagonista un’altra grande maestra della fotografia del Novecento: l’americana Margaret Bourke-White.

Il Centro ospita una mostra con circa 150 fotografie che documentano il lavoro e la vita straordinaria di Margaret Bourke-White. La qualità eccezionale dei suoi scatti permette di narrare la complessa esperienza umana attraverso le pagine di riviste a grande diffusione, superando barriere e confini di genere.

Le trasformazioni del mondo, tema centrale della ricerca di Bourke-White, sono rappresentate sulla copertina del primo numero della leggendaria rivista LIFE. Le sue iconiche fotografie includono: i ritratti di Stalin e Gandhi; reportage sull’industria americana; servizi realizzati durante la Seconda guerra mondiale in Unione Sovietica, Nord Africa, Italia e Germania, dove documenta l'ingresso delle truppe statunitensi a Berlino e gli orrori dei campi di concentramento.

A causa del morbo di Parkinson, Bourke-White fu costretta ad abbandonare la fotografia nel 1957 e si dedicò alla scrittura della sua autobiografia, Portrait of Myself, pubblicata nel 1963. Morì nel 1971 a causa delle complicazioni della malattia.