News

Cultura

“Sono Qui. Bureau Metamorfosi” alle Gallerie d’Italia

La mostra fotografica Sono Qui. Bureau Metamorfosi è la prima tappa di un laboratorio che vede coinvolti 21 studenti dello IED in un progetto di tre anni in partnership con Gallerie d’Italia - Torino

La mostra fotografica Sono Qui. Bureau Metamorfosi è la prima tappa di un laboratorio che vede coinvolti gli studenti del corso triennale di Fotografia dell’Istituto Europeo di Design in un progetto di tre anni in partnership con Gallerie d’Italia - Torino, che racconta la trasformazione del territorio dall’arrivo di questa Istituzione culturale, portando in mostra scatti che evidenziano diversi aspetti capaci di raccontare la città e i suoi abitanti.

Una selezione di 26 scatti fotografici realizzati da 21 studenti e studentesse - guidati da Giulia Ticozzi, Coordinatrice del Corso di Fotografia IED Torino, e dai docenti Antonio La Grotta e Matteo Balduzzi - che portano alla luce diversi aspetti capaci di raccontare il territorio e i suoi abitanti, descritti con linguaggi fotografici che vanno dallo still-life al ritratto ambientato, dalla fotografia di moda alla fotografia del territorio, dalla manipolazione digitale dell’immagine al reportage. I luoghi e le persone si indagano fuori dagli stereotipi, guardando alle trasformazioni dei centri storici, alle comunità nascoste, alle culture che animano le strade, a come gli abitanti si rapportano emotivamente sia alle architetture della città che agli affetti nascosti. Lo sguardo dei giovani autori coinvolti è quindi un invito a guardare verso il futuro e ad una sua progettazione sostenibile ed inclusiva.

Lo sguardo dei giovani autori coinvolti è un invito a guardare verso il futuro e a una sua progettazione sostenibile ed inclusiva.

Il progetto è arricchito da una casa digitale, sonoqui.ied.it: l’intero corpus di opere degli studenti rimane patrimonio consultabile e contiene tutti i materiali dei progetti come le sequenze complete, i testi critici, i profili degli autori e delle autrici, mettendo in evidenza i diversi temi, i diversi linguaggi e le diverse sensibilità espresse, e suddividendo le opere in 4 sezioni tematiche - I Luoghi, Le Persone, Gli Oggetti e La Spiritualità - navigabili attraverso una mappa della città.

Per maggiori informazioni: qui.