News

Cultura

Photo Action per Torino 2020 alla GAM

Nella Wunderkammer, in mostra la 'chiamata alle arti' ideata, coordinata e curata da Guido Harari e Paolo Ranzani. Le opere? Acquistabili per beneficenza



Più di 100 stampe fotografiche messe a disposizione per contribuire al Fondo Straordinario Covid-19 di U.G.I. Unione Genitori Italiani contro il tumore dei bambini Onlus e Città della Salute e della Scienza di Torino diventano una mostra. È con questo spirito che nella primavera dello scorso anno i fotografi Guido Harari e Paolo Ranzani – insieme a Wall of Sound Gallery – hanno concepito Photo Action per Torino 2020, invitando i grandi fotografi italiani e internazionali a donare una loro opera per sostenere il progetto benefico. Dal 7 al 24 maggio 2020 ciascuna immagine è stata proposta a una cifra simbolica di 100 euro e ad oggi l'ammontare raccolto supera i 70.100 euro.

Quando i decreti governativi lo consentiranno la raccolta Photo Action per Torino diventerà una mostra museale. Fino a quel momento, durante il periodo di attività della mostra, con una donazione di 300 euro per fotografia tramite il sito sarà possibile avere le stampe esposte (formato 30x42) e il ricavato sarà ancora una volta interamente devoluto in beneficenza.

Virtuale o reale, l'esposizione alterna immagini classiche e inedite rese disponibili per la prima volta in una collezione esclusiva che include grandi icone del XX secolo come David Bowie di Masayoshi Sukita, Salvador Dalì di Mimmo Dabbrescia, Maria Callas di Gianni Greguoli e artisti musicali quali Bruce Springsteen di Frank Stefanko, Eddie Vedder di Danny Clinch, Patti Smith e Robert Mapplethorpe di Norman Seeff, John Coltrane di Joe Alper, Ezio Bosso di Roberto Serra, Lucio Battisti di Gered Mankowitz, Mick Jagger di Robert Whitaker, Fabrizio De André di Luca Greguoli, Lou Reed e Laurie Anderson di Guido Harari, Pino Daniele di Cesare Monti, Lucio Dalla di Carlo Massarini, Liam Gallagher di Alessio Pizzicannella, Paul Weller di Mattia Zoppellaro. Per la serie dedicata allo spettacolo Federico Fellini di Franco Bellomo, Massimo Troisi e Pino Daniele di Luciano Viti, Robert De Niro di Adolfo Franzò, Johnny Depp di Maurizio Galimberti, Vittorio Gassman di Claudio Porcarelli, Tilda Swinton di Fabio Lovino, Hanna Schygulla di Fulvia Farassino, Luca Zingaretti di Marina Alessi, il teatro di Lelli e Masotti.

Per la sezione cultura Eduardo De Filippo e Carmelo Bene di Angelo Turetta, Mario Rigoni Stern di Bruno Murialdo, Irvine Welsh di Alessandro Albert. Per reportage e travel Uliano Lucas, Paola Agosti, Francesco Radino, Franco Pagetti, Eric Meola, Cristina Arrigoni, Franco Carlisi, Paolo Verzone, Renzo Chiesa, Roger Corona, Enzo Obiso, Anna Rosati, Vittore Buzzi, Matteo Fantolini, Marco Turatti, Annalisa Vandelli, Valentina Tamborra, architettura industriale di Gabriele Basilico, vita rurale di Mario Giacomelli, tradizioni religiose di Mario LaPorta, il circo di Mauro Raffini, il subcomandante Marcos di Maki Galimberti.

E ancora moda (immagini di famose campagne internazionali e ricerche personali di Art Kane, Franco Turcati, Toni Thorimbert, Paolo Ranzani); arte (Salvador Dalì di Mimmo Dabbrescia, Lello Esposito di Riccardo Piccirillo) e ricerca (nudi d’autore di Franco Fontana, Settimio Benedusi e Gabriele Rigon, scomposizioni fotografiche di Joe Oppedisano, reinvenzioni di celebri opere d’arte di Mauro Balletti, meditazioni visive di Simone Bramante, Oberto Gili, Piero Gemelli, Carlo Orsi, Maurizio Beucci, Maria Vittoria Backhaus, Sophie-Anne Herin, Bart Herreman, Peter Andrewartha, Efrem Raimondi, Laila Pozzo, Ottavio Maledusi).