News

  • 'Coco + Marilyn' di Douglas Kirkland al Palazzo Gromo Losa di Biella - Leggi tutto
  • 'CinemAutismo' in streaming con l'Associazione Museo Nazionale del Cinema - Leggi tutto
  • 'Io sono stata come lei' incontro online con il Circolo dei lettori - Leggi tutto
  • La videoproduzione ‘Green 2021’ online dalla Reggia di Venaria - Leggi tutto
  • 'Il Museo Egizio a casa tua', visitare online il Museo Egizio - Leggi tutto
  • La 'Carrozza del Re' ai Musei Reali - Leggi tutto

Cultura

Rock the mountain! al Museo Nazionale della Montagna

Torna in scena la mostra dedicata alla montagna nell’iconografia della musica pop

Stanti le misure per fronteggiare l'emergenza Covid19 in continuo aggiornamento, consigliamo di verificare che gli eventi/mostre siano effettivamente confermati, anche rispetto a date e modalità di svolgimento

Cos'hanno in comune le leggende della musica e le montagne? Entrambe puntano alle stelle, ma non solo. Rock the mountain! presenta al pubblico una ricca collezione di vinili con copertine a soggetto montano e manifesti pubblicitari di album e tournée a tema alta quota, testimonianze culturali che fotografano un mondo peculiare in un periodo significativo della sua storia.

Curata da Daniela Berta, direttore del Museo Nazionale della Montagna, e da Paolo Ferrari, giornalista e critico musicale, la mostra presenta un’ampia selezione di dischi pubblicati dagli anni Settanta a oggi, per offrire sia uno sguardo nuovo e obliquo sul mondo della montagna, sia un omaggio a quella sottostimata forma di creatività che è la cover art.

Il percorso incrocia da subito la storia del grande rock. È del 1971 il misterioso 'Eremita su roccia' dei Led Zeppelin; per l’esplosivo manifesto del tour europeo del 1976 i Rolling Stones scelgono la totemica sagoma del Cervino. Proseguono le suggestioni con i Deep Purple, Elton John, Village People, Yes, Depeche Mode, Goldfrapp, Chemical Brothers, Jamiroquai, Kanye West, Neil Young, Elvis Costello, Caravan, Noel Gallagher, Bob Marley, Tinariwen e tanti altri.

Un entusiasmante cortocircuito tra estetica e contenuti attraverso i generi musicali contemporanei e i rispettivi immaginari di riferimento. Dal rock al soul, dal folk al metal, dall’elettronica alla disco music, fino alla ricerca e alla sperimentazione d’avanguardia.