News

  • Dario Gallina: le parole chiave? Progetti, accelerazione e positività - Leggi tutto
  • Cristiano Fiorio: un futuro straordinario è possibile - Leggi tutto
  • Riccardo D'Elicio: lo sport come fattore di rinascita per Torino - Leggi tutto
  • Benedetto Camerana: progettare per rigenerare il nostro patrimonio - Leggi tutto
  • Luca Ballarini: Torino è la città bella - Leggi tutto
  • Chiara Appendino: sei pilastri per il futuro - Leggi tutto

Cultura

Riapertura Giardino Ducale e Boschetto dei Musei Reali

Un calendario di eventi celebra la riapertura del Giardino del Duca, rinnovato, e del boschetto

Il Giardino del Duca torna ad essere patrimonio dei torinesi e di tutti gli altri visitatori e lo fa con un'identità rinnovata, finanziata dal recente intervento conservativo della Fondazione Compagnia di San Paolo.

Sabato 27 giugno, dalle 19.30 alle 00.30, un'apertura straordinaria a ingresso gratuito permetterà al pubblico di attraversare la Corte d'onore della prima reggia d'Italia. Prevista alle 22 una scenografica illuminazione serale, resa possibile dai dispositivi integrati nelle nuove citroniere hi-tech.

Da domenica 28 giugno torna ad essere fruibile anche il Boschetto, che per l'occasione propone un programma di performance e musiche dal vivo realizzate con i partecipanti del progetto 'Talenti per il Fundaising' della Fondazione CRT, in collaborazione con Piatino Pianoforti dal 1910. Durante la giornata – e per tutti i weekend di luglio – sono previste le visite speciali condotte dalle guide CoopCulture 'Welcome green' (ore 10.30, 16 e 17.30), osservazioni guidate attraverso le specie floreali che impreziosiscono i sette ettari di verde a ridosso degli antichi bastioni, firmati (anche) da André Le Nôtre. 

Domenica 12 e 26 luglio alle 17 vista, tatto, udito e olfatto vengono coinvolti nell'esperienza 'Giardini sensoriali', ideata per conoscere da vicino piante e materiali che compongono le aree verdi dei Musei Reali.

Per i creativi piccoli e grandi, infine, l'appuntamento è sabato 18 luglio con 'MTR Garden Drawing 2020'. Affiancati dai giovani artisti e maestri della Pinacoteca Albertina i partecipanti sono invitati a cimentarsi con il disegno dal vero, ispirandosi alla natura e al panorama architettonico della reggia cittadina.

«L’attenzione per la radice storica di questo grande spazio verde è andata di pari passo con la cura per tutti gli aspetti legati all’accessibilità e al comfort» spiega la direttrice dei Musei Reali Enrica Pagella, convinta che «i Giardini del Palazzo Reale costituiscano un naturale prolungamento dello spazio museale e una impareggiabile risorsa di benessere per la vita dei cittadini, in un paesaggio antico e moderno insieme, all’incontro tra natura e cultura».

Tra le novità che riqualificano gli spazi esterni del polo espositivo la pavimentazione in pietra di Luserna, che rende accessibile l'ingresso e l'uscita del percorso museale dal giardino, nuove anfore in ghisa realizzate su modello dei vasi originali facenti parte delle collezioni storiche e la scultura granitica 'Ulisse' di Giuliano Vangi, posizionata in prossimità dell'ingresso alla Manica Nuova.