News

  • Giorgina Siviero: come può ripartire il commercio torinese - Leggi tutto
  • Carlo Emanuele Bona: Torino ancora al centro della filiera dell'editoria - Leggi tutto
  • Alberto Sinigaglia: i canali di informazione, basilari per la rinascita - Leggi tutto
  • Christian Greco: la cultura per contribuire alla rinascita - Leggi tutto
  • Alessandro Bollo: le priorità su cui lavorare per il futuro - Leggi tutto
  • Sebastian Schwarz: vorrei un Regio senza barriere - Leggi tutto

Teatro

La Parrucca al Teatro Gobetti

I racconti di Natalia Ginzburg prendono vita con la regia di Antonio Zavatteri


Uno spettacolo che nasce da 'La Parrucca' e 'Paese di Mare' di Natalia Ginzburg e che porta sul palco due puntate della vita di una coppia disastrata, in cerca di occupazione e di un modo di vivere meno precario, ma soprattutto di un equilibrio continuamente messo alla prova dalla vita.

Una commedia comica, drammatica e vera, dove si parla della patologia inguaribile tra uomini e donne, piena di sottintesi e straordinariamente libera, come solo il linguaggio di Natalia sa essere. Un linguaggio dall’intento quasi pedagogico, per condividere le intuizioni etiche della vita. Lui, Massimo, è un uomo perennemente insoddisfatto che passa da un lavoro all’altro ma vorrebbe fare l’artista. Lei, Betta, è una donna ingenua, irrisolta, che si deprime e si annoia facilmente, e tuttavia è genuina come solo i personaggi della Ginzburg sanno essere.

Sul parco, diretta da Antonio Zavatteri, Maria Amelia Monti incarna perfettamente con leggerezza e ironia la protagonista. Insieme a lei, nei panni dell'inquieto Massimo, Roberto Turchetta.