News

Cultura

“Questo è il tempo in cui attendo la grazia” al Teatro Astra

Al Teatro Astra, Fabio Condemi affronta l’immaginario pasoliniano con uno spettacolo tratto dalle sceneggiature e dalle poesie di Pasolini e interpretato da Gabriele Portoghese.

Al Teatro Astra, Fabio Condemi, Premio Ubu 2021, affronta l’immaginario pasoliniano con Questo è il tempo in cui attendo la grazia, uno spettacolo tratto dalle sceneggiature e dalle poesie di Pasolini e interpretato da Gabriele Portoghese, anche lui Premio Ubu 2021, come miglior attore.

Uno spettacolo di prosa, poesia e video per riflettere sui temi cari allo scrittore. Uno sguardo in continuo movimento, pronto a cogliere momenti di grazia e vita. Una costruzione circolare di inizio e fine, che dalla nascita passa all’età puberale, a quella adulta, per poi tornare alla terra, attraverso le opere pasoliniane Edipo, Medea, il documentario Pasolini e … la forma della città, Il Fiore delle Mille e una notte e La Ricotta.

Alcuni termini legati alla semantica del guardare compaiono molto spesso nei testi scelti per generare attenzione su questa tematica in un periodo nel quale la capacità di vedere le cose si è consumata. Spiega Fabio Condemi: «Per questo motivo il materiale letterario che abbiamo scelto è tratto dalle sceneggiature. Sfogliando una sceneggiatura di Pasolini entriamo immediatamente nella sua officina poetica e in quelle “folgorazioni figurative” per i pittori medievali e manieristi studiati sotto la guida di Roberto Longhi. Quello che ci interessa esplorare non è il suo cinema (cioè il prodotto definitivo delle sceneggiature) ma il suo sguardo. Trovandoci in una fase in cui siamo sottoposti ad una saturazione violentissima delle immagini, quella di Pasolini è una visione lenta e profonda sul mondo, sui volti, sulla natura, sulla grazia e la vitalità nascoste nelle cose, nei gesti, nei momenti. Mi interessa ciò che viene prima della messa in scena, l’irrealtà e l’assenza della rappresentazione, il potere delle parole e le immagini che possono evocare».

Lo spettacolo è una produzione del Centro di Produzione Teatrale La Fabbrica dell’Attore - Teatro Vascello, Teatro Comunale Giuseppe Verdi - Pordenone, Teatro di Roma - Teatro Nazionale.

Per maggiori informazioni: sito.