News

  • 'Filippo Juvarra regista di corti e capitali' alla Biblioteca Nazionale Universitaria - Leggi tutto
  • 'Mascarilla 19 – Codes of Domestic Violence' dal Castello di Rivoli in streaming - Leggi tutto
  • 'Mozart a Torino' concerto online al Teatro Carignano - Leggi tutto
  • 'Glocal Film Festival 2021' di Piemonte Movie è digitale - Leggi tutto
  • Il 'San Giovanni Battista' di Caravaggio ai Musei Reali - Leggi tutto
  • 'Nel nome del Dio web' in streaming dalla Casa del Teatro Ragazzi e Giovani - Leggi tutto

Teatro

I due gemelli veneziani online con TPE

La commedia di Carlo Goldoni in versione digitale con la regia di Valter Malosti. Per celebrare due date simboliche



Sono due date simboliche quelle scelte da TPE – Teatro Piemonte Europa, Teatro Stabile del Veneto e Teatro Metastasio di Prato (coproduttori dello spettacolo) per mettere in scena, in diretta streaming, I due gemelli veneziani di Carlo Goldoni, nato a Venezia il 25 febbraio del 1707 e morto a Parigi il 6 febbraio del 1793.

La dicotomia tra Zanetto, figlio sciocco di un mercante bergamasco, e il fratello identico ma non uguale Tonino, intelligente e fascinoso, dà vita a una gran macchina di divertimento con un intreccio trascinante fatto di duelli, amori e disamori, fughe, prigioni, ritrovamenti. Ma allo stesso tempo questo testo è anche una farsa nera, eversiva, inquietante, sulla famiglia, l’identità, la morte e l’amore (anche brutale, violentemente erotico, incestuoso) che nelle mani di Valter Malosti, regista, svela inedite prospettive e finestre sulla contemporaneità. I personaggi non sanno leggere o tenere a freno le proprie emozioni e i propri sentimenti, e questo provoca alternativamente il riso e fa sfiorar loro la tragedia o li fa sprofondare in essa. Ma l’happy ending necessita la morte del doppio.

La commedia segna l’incontro di Malosti con il commediografo veneziano: «[...] Una delle prime fascinazioni che ho per un testo nasce sicuramente dalla lingua e dal suono della lingua che crea un significato altro e ulteriore. Detta ad alta voce poi, quel tipo di lingua [quella italiana, ndr] si fa musica, si fa corpo. Tutti i grandi autori hanno dentro di sé una grande musica. E così accade in Goldoni, il dialetto veneziano dei Gemelli se usato come una lingua salda e musicale diviene un canto fermo che dà incomparabili sorprese al di là degli stereotipi. Ma in questo caso la scoperta più grande è stato il Goldoni 'uomo di scena', non solo di libro».

Visibile sulla piattaforma digitale e gratuita Backstage del Teatro Stabile del Veneto. Per assistere sarà sufficiente collegarsi e registrarsi al link https://bit.ly/iduegemelliveneziani-online.