News

Cultura

“Torino Jazz Festival 2022” a Torino

Decima edizione del Torino Jazz Festival 2022 con nove giorni di programmazione e oltre 50 eventi di jazz, alternando grandi nomi internazionali, produzioni originali e prime italiane ed europee.


La decima edizione del Torino Jazz Festival 2022 consiste in nove giorni di programmazione con oltre 50 eventi inseriti in un calendario che offre una panoramica sulle diverse declinazioni del jazz, da quello più tradizionale a quello più progressista e avanguardistico, passando anche per il rock e arrivando all'elettronica, alternando grandi nomi internazionali, produzioni originali e prime italiane ed europee. L'edizione di quest'anno prevede:
  • una sezione Jazz Cl(H)UB che coinvolge i jazz club della città con 27 eventi tra esibizioni, jam session tematiche e altre forme di espressione artistica;
  • incontri, conferenze, Jazz Blitz che portano il jazz a chi non può raggiungere i luoghi di concerto, coinvolgendo giovani allievi delle scuole di musica e del Conservatorio;
  • i Torino Jazz Meetings, punto di incontro e scambio di esperienze.
Il festival diffuso, diretto dai musicisti Diego Borotti e Giorgio Li Calzi, coinvolge le OGR, il Conservatorio Giuseppe Verdi, l’Auditorium del grattacielo Intesa Sanpaolo, il Teatro Vittoria, il Tempio Valdese e i jazz club della città. In questa edizione, a cento anni dalla nascita, si celebra la figura di uno dei grandi della storia del jazz, Charles Mingus (1922-1979), contrabbassista, pianista, scrittore e compositore: in programma quattro concerti ciascuno con un maestro dello strumento di elezione dell'artista, il contrabbasso, oltre ad appuntamenti con la letteratura, graphic novel e teatro. Tra i molti eventi, ricordiamo:
  • 11 giugno | giornata inaugurale del Festival con il ricordo mingusiano, i concerti nei jazz club e l'incontro con lo scrittore inglese Jonathan Coe che racconta al pubblico la sua doppia passione per la letteratura e la musica intervistato dallo scrittore torinese Giuseppe Culicchia;
  • 12 giugno | al Conservatorio Giuseppe Verdi, Jonathan Coe, in versione musicista e compositore, ospite alle tastiere della Artchipel Orchestra, e tra i concerti nei club, quello di Tad Robinson, uno degli esponenti di punta del soul blues contemporaneo;
  • 13 giugno | al Conservatorio Giuseppe Verdi, in prima italiana, l’incontro tra il trio norvegese Elephant 9 di Ståle Storløkken con il celebre chitarrista svedese Reine Fiske dei Dungen per un comcerto prog contemporaneo, jazz e avant rock;
  • 14 giugno | un Jazz Talk nei Laboratori di Barriera con la presentazione degli esiti di una ricerca condotta sul pubblico di MiTo SettembreMusica e Torino Jazz Festival, e il concerto, in prima nazionale, nel Tempio Valdese di Ståle Storløkken, in un’insolita esibizione all’organo liturgico;
  • 15 giugno | alle OGR la prima data europea del tour One Final Music Session di Milton Nascimento, una grande festa per il suo addio ai palchi, che riunisce un gruppo di musicisti stretti intorno al suo talento indiscussa; all'Auditorium grattacielo Intesa Sanpaolo, Chanda Rule, prima nazionale, che riprende standard jazz e brani di New Orleans in chiave contemporanea; al Circolo dei lettori, il Jazz Talk La Luce e i Buio, la musica e i grandi temi della contemporaneità, con Domenico Quirico e John Vignola;
  • 16 giugno | alle OGR, la Torino Jazz Orchestra, con i due solisti Dino e Franco Piana, rende omaggio alla musica di Armando Trovajoli e alla sua vocazione per il jazz con un’inedita versione per orchestra jazz della sua opera; sempre alle OGR, Buster Williams, uno dei maestri del contrabbasso contemporaneo, alla guida di un quartetto;
  • 17 giugno | alle OGR, diversi artisti che hanno saputo ritagliarsi un proprio spazio attraverso un linguaggio unico: Jan Bang, Arve Henriksen, Michele Rabbia, Jason Lindner con Now Vs Now, Kurt Rosenwinkel e LNDFK;
  • 18 giugno | alle OGR, Trixie Whitley, giovane cantante, batterista, bassista, tastierista e autrice di talento, front-woman del gruppo di culto Black Dub di Daniel Lanois e figlia del songwriter Chris Whitley; sempre alle OGR, Kae Tempest, performer, rapper, writer, ha vinto numerosi premi per le sue opere poetiche, narrative e musicali, a Torino presenta in prima nazionale il nuovo album, TheLine Is A Curve, un lavoro che si interroga a fondo sul senso della vita;
  • 19 giugno | il Torino Jazz Festival chiude l'edizione 2022 al Castello di Rivoli con il trombettista e compositore Ramon Moro e alle OGR con un'altra prima nazionale, Jimi Tenor e UMO Helsinki Jazz Orchestra
  • 20 giugno | evento speciale al Cinema Massimo, in collaborazione con il Museo Nazionale del Cinema, The Migration Dance Film Project di Marlene Millar e Sandy Silva (Canada).
Il Festival terminerà con il TJF PARTY JAM all'Amen bar. Per maggiori informazioni: qui.