News

Cultura

The Others Art Fair a Torino Esposizioni

50 galleristi nazionali e internazionali e la mostra Rewind/Replay per festeggiare la 10° edizione


A causa delle disposizioni imposte dal DPCM del 3 novembre 2020 contenente le nuove misure per fronteggiare l'emergenza epidemiologica Covid-19, fino al 3 dicembre sono sospese le mostre e i servizi di apertura al pubblico dei musei e degli altri istituti e luoghi della cultura

La principale fiera indipendente italiana dedicata alle più recenti tendenze artistiche internazionali compie 10 anni e li festeggia nel Padiglione 3 di Torino Esposizioni. The Others 2020 si presenta con un progetto rinnovato per garantire un percorso espositivo fluido e tre nuove sezioni espositive aperte a gallerie, artist run spaces, project spaces e organizzazioni no profit.

Projects è dedicata alle nuove ricerche sperimentali nel campo dell’arte, con progetti curatoriali che presentano un lavoro monografico o un dialogo tra due o tre artisti. Extended Paper incentra la sua ricerca sui lavori di sperimentazione con o su carta nei quali l’utilizzo della carta diventa mezzo di espressione artistica in tutte le sue accezioni (disegni, stampe, istallazioni, collage, grafica, edizioni, libri d’artista). Videoworks è invece concepita per la video arte, allestita centralmente e visibile da ogni punto dell’area espositiva.

Altra novità, l’introduzione di due focus: PFS (Professional Service Firms) e Residencies, progetti nati e pensati per coinvolgere realtà che normalmente non sono presenti nelle rassegne d’arte, ma che con programmi e metodologie differenti, promuovono e valorizzano la creatività attraverso collezioni, iniziative, eventi ed esposizioni d'arte.

Peculiarità di questo decimo anniversario, la mostra Rewind/Replay, che racconta la rassegna dai suoi inizi nel 2011 a oggi, ripercorrendo la storia della fiera con nove nuovi progetti in dialogo con quelli passati. La rassegna è diretta per il secondo anno consecutivo da Lorenzo Bruni.