News

  • Dario Gallina: le parole chiave? Progetti, accelerazione e positività - Leggi tutto
  • Cristiano Fiorio: un futuro straordinario è possibile - Leggi tutto
  • Riccardo D'Elicio: lo sport come fattore di rinascita per Torino - Leggi tutto
  • Benedetto Camerana: progettare per rigenerare il nostro patrimonio - Leggi tutto
  • Luca Ballarini: Torino è la città bella - Leggi tutto
  • Chiara Appendino: sei pilastri per il futuro - Leggi tutto

Cultura

CAMERA – Centro Italiano per la fotografia vede (il) Barocco

All'interno della Project Room, un dialogo tra fotografia e architettura barocca torinese



In occasione della mostra 'Sfida al Barocco. Uno straordinario percorso artistico verso la modernità' anche CAMERA – Centro Italiano per la Fotografia volge l'obiettivo sul patrimonio barocco sabaudo. 'Vedere (il) Barocco: lavori in corso' è l'esposizione che si concentra sui diversi modi di descrivere, fotograficamente, le architetture concepite con questo stile: un'attenzione che, nel corso degli anni, ha accompagnato la crescita della loro fortuna critica e della loro riconoscibilità nell’immaginario collettivo.

70 immagini 'catturate' da un nutrito gruppo di fotografi – Paolo Beccaria, Gianni Berengo Gardin, Giancarlo Dall’Armi, Pino Dell’Aquila, Giuseppe Ferrazzino, Giorgio Jano, Mimmo Jodice, Aldo Moisio, Riccardo Moncalvo, Ernani Orcorte, Augusto Pedrini, Giustino Rampazzi, Daniele Regis, Roberto Schezen – raccontano il passaggio dal semplice 'fotografare barocco' ad un effettivo 'vedere il barocco'.

«Il progetto e la sfida di questa mostra – commentano i curatori Barbara Bergaglio e Pierangelo Cavanna – nascono dalla necessità di comprendere come e in quale misura il dialogo con le architetture barocche di cui Torino è ricca abbia sollecitato i fotografi più sensibili a verificare e mettere in campo soluzioni descrittive che, superando l’intenzione documentaria, hanno progressivamente assunto un significato diverso, più interpretativo e critico».

L'evento si svolge nel pieno rispetto delle norme imposte dall'emergenza sanitaria.