News

Food&Wine

Mercato mondiale del Tartufo Bianco d’Alba

Torna il più grande mercato tartuficolo al mondo insieme alla rassegna enogastronomica AlbaQualità


A causa delle disposizioni imposte dal DPCM del 3 novembre 2020 contenente le nuove misure per fronteggiare l'emergenza epidemiologica Covid-19, fino al 3 dicembre sono vietate le sagre, le fiere di qualunque genere e gli altri analoghi eventi

Il Mercato Mondiale del Tartufo Bianco si conferma anche quest'anno il cuore della 90° edizione della Fiera Internazionale del Tartufo Bianco di Alba. All'interno del Cortile della Maddalena, nello storico spazio affacciato sulla centrale via Vittorio Emanuele II, gli appassionati del fungo più prezioso di tutti potranno scoprire i segreti – e la qualità – della specialità piemontese.

La Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba applica, infatti, un rigoroso protocollo di selezione del prodotto fresco in vendita. Ogni anno il Comune di Alba nomina una commissione composta da esperti che redige un regolamento per normare la vendita del Tartufo a cui tutti i venditori presenti alla Fiera – i 'trifulau', in piemontese, ovvero i 'cercatori', ma anche i commercianti – devono attenersi. E così ogni giorno, prima dell’apertura del Mercato Mondiale del Tartufo, i commercianti presentano i propri tartufi ai giudici della Commissione Qualità, i quali eseguono un’accurata analisi sensoriale selezionando soltanto i prodotti idonei alla vendita che, a quel punto, vengono contati e pesati. Al fine di esercitare un efficace controllo sulle caratteristiche del prodotto, la Commissione consegna appositi sacchetti numerati, da utilizzare obbligatoriamente per la vendita di ogni pezzo, in numero pari a quello dei tartufi che superano il controllo. Questi appositi involucri, attraverso il codice identificativo, rendono possibile la tracciabilità del fornitore.

Tra le conferme trova spazio l’inserimento della rassegna enogastronomica AlbaQualità che, come suggerisce il nome stesso, offre un panorama esaustivo e completo dell’offerta gastronomica e vitivinicola piemontese. Particolare attenzione è posta alle produzioni artigianali del territorio, con prodotti in degustazione e vendita per portare con sé un ricordo della propria visita alla Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba. Un’area specifica è inoltre riservata alla degustazione dei vini di Langhe, Roero e Monferrato proposti all’interno della Grande Enoteca dall’AIS Piemonte, sezione regionale dell’Associazione Italiana Sommelier.

All’interno del Mercato Mondiale del Tartufo Bianco d’Alba come ogni anno si trovano inoltre l’Alba Truffle Show, lo spazio dedicato ai cooking show con i grandi chef e ai laboratori, le Analisi Sensoriali del Tartufo, le Wine Tasting Experience, ma anche incontri con territori d’eccellenza enogastronomica e percorsi esperienziali per permettere ai visitatori giunti ad Alba da tutto il mondo di compiere un viaggio tra i sapori che meglio rappresentano il buon vivere italiano.