News

Gran Canaria

Un itinerario gastronomico attraverso sapori, tradizioni e innovazioni

di RM IDEAS FACTORY

TRE RISTORANTI PER UN ITINERARIO GASTRONOMICO ATTRAVERSO I  SAPORI, LE TRADIZIONI E LE INNOVAZIONI PIÙ CREATIVE DELLA CUCINA CANARIA. UN MODO PIACEVOLISSIMO PER SCOPRIRE LA VERA ESSENZA DELL’ISOLA, FONDENDO ESPERIENZA CULTURALE E PIACERE DEL PALATO

L’itinerario gastronomico non è un format recente. Il turista lo ha sempre seguito, seppur in maniera disorganizzata e senza avere “l’esperienzacome asse centrale del percorso; né gli è stato offerto il cibo come focus del prodotto turistico che ha acquistato. Eppure, lo ha seguito da sempre.

Anche se il piacere del palato non è stato la motivazione principale per la scelta del viaggio, la verità è che questa inaspettata proposta gustativa segnerà notevolmente il livello di soddisfazione complessivo di una vacanza a Gran Canaria.

Così, si spiega il fatto che gli inizi dei moderni percorsi legati al cibo risalgono in Spagna a circa quarant’anni fa, nei pinchos e nei bar del centro storico di San Sebastián, nel nord del Paese, per poi proliferare con le tapas in tutta la Spagna, perché piatti e bevande del luogo sono stati e sono la chiave dei moderni spostamenti.

Oggi queste esperienze, lungi dal cadere in declino, stanno vivendo il loro massimo splendore e sono uno dei principali prodotti turistici contrattati in origine, e non solo da quelli considerati specificamente turisti gastronomici. La ragione?

Vegueta, Las Palmas

Non è una sola ma sono tante, e su di esse si fonda la passione per gli itinerari del gusto:

  • il turista si sente parte attiva dell’esperienza, prendendo decisioni (scegliere dove, come e quando) e sentendosi ascoltato;
  • può godere dell’esperienza gastronomica anche all’aria aperta o in un ambiente lontano dalla città: i percorsi si stanno diversificando e non sono più limitati ai ristoranti;
  • ha la sensazione di potersi fidare della destinazione, che offre attività adattate alla situazione attuale e ai suoi gusti;
  • vive realmente l’identità e lo stile di vita della destinazione che visita;
  • scopre l’origine del cibo e come è preparato;
  • si sente più soddisfatto, percependo l’interrelazione tra gastronomia, cultura, biodiversità, paesaggio e salute.

In un percorso ideale sull’isola abbiamo scelto tre ristoranti, uno nella capitale, uno nel sud e infine uno nel nord di Gran Canaria.

Scorcio a Vegueta, Las Palmas

Un tuffo nel passato con una cucina innovativa El Triciclo, Las Palmas de Gran Canaria

Il ristorante El Triciclo è stato per noi un’ottima scoperta: propone una cucina creativa e osa mescolare ingredienti che non hai mai provato prima. Oltre a tutto questo, il servizio è ottimo e veloce. Si trova in zona Vegueta e dispone di una piacevole terrazza all’aperto. Non è un ristorante tradizionale, eppure il suo inserimento nell’offerta della città è stato accolto con favore da tutti coloro che l’hanno provato.

Il menù offre praticamente tutti i tipi di portate: antipasti da condividere, insalate, risotti, pesce e carne. Come indicato, tutte le carni sono dell’isola, ma l’ideale è probabilmente ordinare le tapas, perfette per provare più specialità. Consiglio le crocchette di gamberi con aioli di pere arrosto: se si ordina la porzione intera, viene servita con uno scampo sopra. Sapore allo stato puro. Inoltre, suggerisco vivamente i calamari con risotto alla zucca: ci hanno aggiunto anche rucola e parmigiano, non avevamo mai provato questi ingredienti insieme e la verità è che è stato un successo. Da non perdere perché delizioso.

Infine, il dolce: se sono tutti molto gustosi, il fior di mandorlo con gelato allo yogurt e zuppa di frutti rossi è a dir poco eccellente. Onestamente, uno dei dessert più buoni che abbiamo mai gustato.

El Triciclo

Il ristorante 360º a Playa del Inglés

Il ristorante 360º si trova all’ottavo piano del boutique hotel Bohemia Suites & SPA, accanto all’Atelier cocktail bar, ed è un luogo unico, con viste esclusive sia dall’interno, con impressionanti panoramiche sul- l’Oceano Atlantico e sulle dune di Maspalomas, sia dalla terrazza esterna, da cui si possono godere i migliori tramonti dell’isola sulle montagne vulcaniche.

I clienti esterni all’hotel possono accedervi utilizzando l’ascensore panoramico, dal design spettacolare e con accesso diretto.

Il ristorante è aperto solo alla sera come un “casual dining”, con una delle cucine più squisite dell’isola. Il menù, progettato con grande cura dagli chef Juan Bertolín e Mikel Portugal, vi trasporterà in un viaggio emozionante in cui assaporare e scoprire esperienze culinarie diverse, una per ogni ingrediente, insieme all’essenza di queste meravigliose isole. Si tratta sempre di proposte innovative, poiché il menù si rinnova periodicamente per adattarsi alle stagioni, e perché ogni preparazione abbia le migliori proprietà per tradursi in un ottimo piatto  basato sulla gastronomia canaria.

360° Neon

360°, vista dall’ottavo piano

Il nord più struggente alla Casa Romántica

La Casa Romántica è una costruzione del 1976 progettata da una signora svizzera nella valle di Agaete, nella gola della Culatilla. Oltre a essere un centro di interpretazione del prodotto canario, vanta anche un enorme frutteto di frutti tropicali e la vicina piantagione di caffè. Inoltre, offre un percorso guidato attraverso l’orto botanico e le varie casette in architettura rurale canaria, dove sono rappresentati i 21 comuni dell’isola attraverso i loro prodotti tipici.

È anche possibile acquistare i prodotti locali della zona, tra cui vini, marmellate, caffè e molto altro.  Da provare assolutamente il gazpacho di mango, il sashimi di branzino marinato nel sake, sesamo agli agrumi e coriandolo e le crocchette di cozze e maionese allo zafferano. Tra i dolci, il lingotto di crema di cioccolato con crumble di caffè e tisana di caffè di Agaete.

Cocktail a Casa Romántica

SITI UTILI:

 

(Foto di RM IDEAS FACTORY)

(Servizio publiredazionale)