News

È un'impresa

di Marco Vallario

Principio di Pareto e concentrazione per il successo

Torino, primavera 2021

Vilfredo Federico Damaso Pareto, quante persone lo nominano senza conoscerlo, e quante dovrebbero conoscere il motivo per cui viene nominato così spesso e nominarlo anch’esse. In ogni caso, il sociologo, ingegnere ed economista, vissuto a cavallo tra il 1800 e il 1900, ci ha lasciato in eredità diversi principi, il più famoso dei quali è conosciuto come la regola dell’80/20, anche nota come principio di Pareto. Questa regola afferma che il 20% delle cause produce l’80% degli effetti. È incredibile come si possa prendere in considerazione questa regola per descrivere il mondo che ci circonda, possiamo farlo per ragionare sulle cose che funzionano e su quelle che funzionano meno, e possiamo valutare le nostre azioni migliori e le loro risultanti grazie a questo approccio, sta di fatto che ciò che ci porteremo a casa con questo criterio ci permetterà di chiarire in modo inequivocabile cosa sia opportuno fare per vivere con maggior consapevolezza le nostre scelte e i loro effetti. Ma la regola dell’80/20 può davvero essere applicabile a ogni circostanza?

Non ci sarà difficile verificare come il 20% dei nostri clienti produca l’80% del nostro fatturato, infatti, se guardassimo il nostro volume d’affari in modo statistico, ci accorgeremmo come pochi clienti sostengono gran parte delle attività della nostra azienda. Questa regola è applicabile a gran parte delle nostre azioni, pensiamoci: per l’80% del tempo noi indossiamo il 20% dei vestiti presenti nel nostro guardaroba, e per quanto si possa essere fantasiosi nel modo di vestirsi, anche con un armadio spazioso e ricco di contenuti sarà piuttosto probabile che la gran parte di essi resterà inutilizzata per la maggior parte del tempo. Anche le persone che frequentiamo maggiormente fanno parte di una stretta cerchia di amici con i quali condividiamo gran parte del nostro tempo e ai quali destiniamo gran parte delle nostre attenzioni.

Ogni imprenditore, come ogni professionista, dovrebbe tenere ben a mente il principio di Pareto e imparare a riconoscere quel 20% che conta davvero. Questo lo aiuterebbe a crescere e a far crescere la sua azienda in modo molto più sano e stabile

Anche in questo caso vale la regola di Pareto. Noi immaginiamo che ogni capitano nella sua azienda si concentri solo sul meglio, in nome della qualità, dell’efficienza e dei risultati. Ma se ciò non avviene, la causa va ricercata nella mancanza di attenzione e di concentrazione, e poiché ciò dipende dalla capacità umana di gestire bene solo pochi focus, anche se siamo affascinati dall’idea di gestirne di più, la realtà ci insegna che sono poche le cose sulle quali possiamo impegnarci se vogliamo ottenere grandi risultati. Ogni imprenditore, così come ogni professionista, dovrebbe tenere ben a mente questa regola, e dovrebbe imparare a riconoscere quale sia quel 20% che, nella gran parte dei casi, conta davvero. Questo lo aiuterebbe a crescere e a far crescere la sua azienda in modo molto più sano e stabile.

Qual è la giusta ricetta, quindi? Gli ingredienti sono sicuramente la concentrazione e il duro allenamento, e se chiedessimo a uno sportivo di successo, a uno dei campioni di tennis che avremo il piacere di ospitare in autunno qui a Torino, di raccontarci cosa lo ha portato a essere uno dei migliori o il numero uno, lui ci direbbe che per anni si è concentrato e allenato proprio su quel 20 che gli garantisce l’80, vale a dire il successo.