Suggestioni e sfumature d’inverno

///Suggestioni e sfumature d’inverno

Suggestioni e sfumature d’inverno

Ombrelli

Visti dall’alto sono tanti puntini colorati su cui si adagiano fiocchi di neve. Sai che sotto c’è qualcuno (per forza, eh), ma in realtà non lo vedi del tutto. E così gli ombrelli passeggiano per Torino, aspettano tram alla fermata, accolgono persone che non conosciamo ma che ci chiedono un po’ di posto perché di neve questo cielo sembra averne ancora tanta. Sono così gli ombrelli, ce li portiamo in giro, li dimentichiamo nei bar, al cinema; poi torniamo a prenderli, che già ci mancano.

Lungo il Po

I colori cambiano, mutano, si specchiano, come noi, nell’acqua del Po. Acque fredde, adesso, specchio dell’anima di Torino, da sempre.
E ci sono poche situazioni più romantiche di una passeggiata lungo questi bordi, lungo questi venti che ti sferzano il naso, e le guance, e in mezzo al paesaggio ci si perde e si diventa parte di questo tutto. Sì, perché c’è tutto, gli alberi, il fiume, il rosso, il giallo.

Luci e lucine

Come diventa buio presto, lo abbiamo detto tutti una volta nella vita. E prima fa buio, prima ci accorgiamo di luci e lucine che sono i colori dell’inverno a Torino. Ci sono quelle più romantiche, le insegne dei negozi, il faro di una bici, quelle «della città», come canta Coez, viste dall’alto delle colline; o ancora quelle dei lampioni, dei semafori gialli lampeggianti che capisci che è tardi, e di quelli rossi con la gente ferma in auto, che cambia stazione alla radio in cerca di qualcosa di meglio. Un po’ come tutti.

2018-12-15T02:37:44+00:00