News

Cultura

“Attraverso Festival” 2022 tra Langhe, Roero, Monferrato

Torna l’estate di Attraverso Festival per la sua VII edizione che coinvolge 22 comuni, 3 province, 180 km di territori Unesco inseriti nella World Heritage List tra Langhe, Roero, Monferrato e Appennino Piemontese.


Torna l’estate di Attraverso Festival per la sua VII edizione che coinvolge 22 comuni, 3 province, 180 km di territori Unesco inseriti nella World Heritage List tra Langhe, Roero, Monferrato e Appennino Piemontese, per un unico grande festival diffuso con quasi 40 spettacoli dal vivo tra concerti, incontri, dialoghi e contaminazioni di genere, linguaggi e artisti. Il sottotitolo di questa edizione è R-esistenze, che mette insieme il passato e la Resistenza e il presente con il minimo comune denominatore di tutti gli uomini, esistenze.

Un Festival nato dal territorio con un programma artistico originale, pensato ad hoc, che porta nelle piazze, nei cortili, nei forti, negli auditorium, nei giardini e nella natura:

  • Paolo Fresu, icona del jazz,  in concerto con il chitarrista Bebo Ferra e l’attore Giuseppe Cederna al Parco Capanne di Marcarolo, e poi in duo a Cherasco;
  • Alice in concerto in  un omaggio all’artista siciliano Battiato in scena a Gavi e poi a Bra
  • Dargen D'Amico in concerto a Bra dove presenta i brani del suo nuovo album Nei sogni nessuno è monogamo;
  • Roberto Mercadini e Guido Catalano in tour insieme con le Cose che non avremmo sperato di dirvi a Tortona e a Calamandrana;
  • Federico Sacchi, musicteller torinese, a Voltaggio con Inspired by The King, la colonna sonora che tra storytelling, musica, teatro e video, racconta la vita e le parole di Martin Luther King;
  • Seve Della Casa, critico cinematografico, a Bergolo ci porta dentro La vita, la letteratura e la poesia di Pier Paolo Pasolini, nel centenario della sua nascita;
  • Ascanio Celestini si esibisce in uno spettacolo, Museo Pasolini, un ipotetico museo dedicato al grande scrittore e regista nella terrazza del Belvedere di La Morra;
  • Andrea Pennacchi presenta il monologo Mio Padre – Appunti sulla guerra civile a Cassano Spinola, che ricostruisce, a ritroso, l’esperienza vissuta da suo padre Valerio, partigiano, internato e sopravvissuto al campo di concentramento di Ebensee, in Austria;
  • Gianrico Carofiglio propone una lectio magistralis dedicata a Fenoglio e programmata in tre luoghi iconici del festival Alba, Nizza e Casale Monferrato;
  • Federico Buffa, con I diavoli di Zonderwater, rende omaggio ai soldati italiani nei campi di prigionia in Sudafrica durante la Seconda Guerra Mondiale, nel Teatro Comunale di Ovada;
  • Marco Paolini torna con due spettacoli a Tortona con Antenati The Grave Party, con il quale ripercorre l’evoluzione della nostra specie, e con Sani!, spettacolo concepito su un canovaccio autobiografico, che cuce insieme storie vecchie e nuove, arricchito da canzoni e musiche scritte da Saba Anglana e B;
  • Alessandro Barbero, racconta Le abitudini sessuali nel Medioevo senza stereotipi e lontano dai luoghi comuni sul sesso a Bra e Casale Monferrato;
  • Antonella Viola, scienziata, presenta il suo ultimo libro che cerca di combattere gli stereotipi su sesso e genere, a Tortona e Alba;
  • Umberto Galimberti, filosofo protagonista della una lectio magistralis Le Emozioni. . Una terra ancora sconosciuta a Casale Monferrato;
  • Lella Costa partecipa con Questioni di Cuore  a Morbello;
  • Stefano Mancuso, filoso delle piante ed Eugenio Cesaro, frontman degli Eugenio in Via di Gioia, discutono di sostenibilità ambientale con Appunti per un mondo nuovo a Tortona;
  • Neri Marcorè in concerto Tra le corde a Barolo;
  • Enrica Tesio a Mombaruzzo con il reading spettacolo Tutta la stanchezza del mondo;
  • Piergiorgio Odifredi e Oscar Farinetti in Un dialogo tra un cinico e un sognatore a Cassano Spinola;
  • Vladimir Luxuria a Calamandrana;
  • Chef Mendo, pseudonimo di Fabio Mendolicchio, accompagnato da Emiliano Poddi in una cena/spettacolo dedicata a Umberto Eco.

Per maggiori informazioni: qui.