News

  • Giorgina Siviero: come può ripartire il commercio torinese - Leggi tutto
  • Carlo Emanuele Bona: Torino ancora al centro della filiera dell'editoria - Leggi tutto
  • Alberto Sinigaglia: i canali di informazione, basilari per la rinascita - Leggi tutto
  • Christian Greco: la cultura per contribuire alla rinascita - Leggi tutto
  • Alessandro Bollo: le priorità su cui lavorare per il futuro - Leggi tutto
  • Sebastian Schwarz: vorrei un Regio senza barriere - Leggi tutto

L'amore ai tempi di Torino

di Enrica Tesio

Chi l’avrebbe mai detto?

Torino, inverno 2019

Cara Torino, ma anche Augusta Taurinorum, ma anche solo Augusta che siamo in confidenza: buon 2020, anzi buon MMXX, visto le tue origini romane. Sono passati vent’anni dal Duemila, vent’anni in cui non ci siamo mai lasciate. Chi l’avrebbe mai detto che saremmo sopravvissute al baco del millennio ma che saresti stata comunque bruco e farfalla e poi ancora bruco? Che poi il millennium bug è la metafora del nostro comune stato esistenziale: ci angosciamo, investiamo energie, paure, parole in cose che credevamo fossero l’apocalisse, e invece era un calesse. Di apocalissi e rivoluzioni ne abbiamo viste tante, che a guardarsi indietro ti viene da dire «Torino, ma chi l’avrebbe mai detto?».

Sono passati vent’anni dal Duemila, vent’anni in cui non ci siamo mai lasciate […] Di apocalissi e rivoluzioni ne abbiamo viste tante, che a guardarsi indietro ti viene da dire «Torino, ma chi  l’avrebbe mai detto?»

Chi l’avrebbe mai detto che si sarebbe parlato tanto di FCA (dove, no, la i non è muta)? O che nel 2006 avresti vissuto la tua favola da regina delle nevi, un po’ Elsa di ‘Frozen’ che si prende quello che è suo cantando «da oggi il destino appartiene a me»? Chi l’avrebbe detto che saremmo entrati nel Guinness dei Primati delle pronunce sbagliate di ‘Passion lives here’, la vera disciplina olimpica dei nostri concittadini? Torino, chi l’avrebbe mai detto che avremmo dato le spalle ai Muri, che Giancarlo avrebbe chiuso, e con lui la mia giovinezza di notti invernali calde dentro e fredde fuori, Bogotà nella sala da ballo e Alaska lungo il fiume? Che poi Giancarlo era il più grande social network pensato da mente umana, era Facebook e Tinder messi insieme, l’unico posto dove, a fine serata, sapevi di trovare di sicuro il tizio che avevi cercato senza successo per tutto il resto della città. Stalkeraggio analogico, cose da vecchi nostalgici. Chi l’avrebbe detto che le groupie come me sarebbero invecchiate, ma i Subsonica no? Chi l’avrebbe mai detto che avrebbero chiuso i Blockbuster? Che con tutte le more pagate da me avrei potuto sanare ogni crack finanziario e crollo vertiginoso del mercato dei DVD.

Chi l’avrebbe mai detto che avremmo archiviato nell’armadio i jeans lunghi sotto le scarpe che si inzuppavano con la pioggia (e poi venivano i reumatismi ai polpacci)? E che le nostre vie sarebbero state percorse da risvoltini ascellari con caviglie paonazze, perché più corti sono i calzoni più lunghi sono i barboni. Chi l’avrebbe mai detto che Rachid si sarebbe laureato in ingegneria? Io, io questo l’avrei detto dai tempi in cui vendeva i fazzoletti intorno a Palazzo Nuovo, ma è una delle poche certezze che mi porto dietro dal vecchio secolo. Chi l’avrebbe immaginato il successo di Eataly? E che insieme la battuta di fassona sarebbe stata battuta (appunto) dal pesce abbattuto? Che ci saremmo trasformati tutti in zio Marrabbio con la passione del giapponese. Chi l’avrebbe detto che il gioco dei quattro cantieri prima o poi sarebbe finito, che i lavori alla metro sarebbero arrivati al capolinea, che «metrovia metrovia per piccina che tu sia, vai dal lavoro a casa mia»? Chi l’avrebbe mai detto che le Officine Grandi Riparazioni, da giungla metropolitana stile ‘Io sono leggenda’, sarebbero diventate una meravigliosa cattedrale moderna da fare invidia a Londra o Berlino? Chi l’avrebbe mai detto che avrei sentito milanesi dire «Ok, lo ammetto, Torino è bellissima»? Chi l’avrebbe mai detto che avremmo assistito a Games of Drones e che i droni avrebbero vinto sui fuochi di San Giovanni? Chi l’avrebbe detto che San Salvario sarebbe diventata il nuovo Quadrilatero e poi Vanchiglia la nuova San Salvario e poi largo Catania la nuova Vanchiglia? Torino, tu non inviti a uscire, tu depisti. Chi l’avrebbe detto che vent’anni sono volati, tra bruchi e farfalle? Buon MMXX Augusta, ti auguro un futuro tutto da dire.