News

Cooker Girl da Madama Piola

il bello della diretta

COOKER GIRL E MADAMA PIOLA INSIEME PER UNA CENA SPECIALE MARTEDÌ 23 APRILE: INTERESSANTISSIME COLLABORAZIONI IN QUEL DI TORINO

Il bello della diretta è stato un programma televisivo in onda su Rai 1 trasmesso per qualche mese nel 1986 e condotto da Loretta Goggi. Ed era anche una frase cult di Gianni Minà che ben ne rappresenta il giornalismo in stile jazz. Detto questo “il bello della diretta” è ormai parte del linguaggio comune, e come locuzione viene utilizzata in tantissime differenti situazioni.

Ad esempio: che bello vedere una cuoca, scrittrice, influencer di fama internazionale come Aurora Cavallo (alias Cooker Girl) cucinare a Torino insieme ai ragazzi di Madama Piola. È il bello della diretta! O meglio, è il bello del vedere il digitale che incontra il reale. Una ragazza famosa per le sue ricette e Storie di cucina sui vari social che porta tutto il suo estro in una cucina torinese e peraltro già di ottimo livello come quella di Madama Piola.

Doveroso sottolineare che Aurora non è una chef solo “virtuale”, ma una cuoca d’esperienza con un passaggio al One White Street di New York (1 stella Michelin) e in importanti cucine francesi e danesi.

Cos’è successo dunque? Martedì 23 aprile è andata in scena una bella cena organizzata appunto da Madama Piola (via Ormea 6) e Cooker Girl per gli ospiti del ristorante, che si sono goduti un menù ad hoc veramente di prestigio (i cui dietro le quinte sono stati tutti caricati sui social tra storie e post).

Che si è mangiato? Prima gli antipasti: vitello tonnato, cubo di baccalà glassato con verdure in carpione, tatin di brioches, cipolline borretane e glassa di miso. Per primo un classico reinventato: plin di trota iridea, beurre blanc e cipollina bruciata. Un secondo: manzo, millefoglie di patate e porri, perigourdine al mais e caffè. Infine il dolce: cremoso al fondente, praline e nocciole. Tanta roba insomma. E soprattutto tanta soddisfazione per i commensali.

Bella la “diretta”, bella la collaborazione, bella Torino ancora una volta di sfondo; a dimostrazione di quanto la città sia oggi una delle realtà enogastronomiche più interessanti del Paese.