News

Che cos'è Torino?

Lo racconta il Sindaco

Inverno 2023

LA LETTERA DEL SINDACO: STEFANO LO RUSSO CI RACCONTA LA SUA CITTÀ DELLE ARTI, TORINO

È una domanda interessante, che potrebbe farsi chi sta per leggere queste pagine, sia che viva nella nostra città, sia che l’abbia scelta come meta per un viaggio. Torino è una città unica, proprio per la sua capacità di avere anime differenti che mettono insieme la vocazione manifatturiera, che è parte integrante della sua storia e del suo presente e ne farà la capitale della cultura d’impresa per il 2024, lo sguardo al futuro, come luogo d’innovazione e modello per la transizione ecologica, l’attrattività sempre più forte come città universitaria. La città del “saper fare”, della laboriosità, della solidarietà operosa e dell’eleganza. Un luogo capace di sorprendere con il suo fascino discreto, di colpire in maniera inaspettata e di rimanere nel cuore, come dimostrano i racconti di chi l’ha visitata per la prima volta in occasione di grandi eventi come le Nitto ATP Finals, le finali di Champions di volley, il Salone del Libro, e ha scoperto le sue anime e la sua straordinaria bellezza.

Il 2023 è stato ricco di eventi che hanno confermato la vocazione della nostra città ad essere un palcoscenico davvero ideale, e il 2024 non sarà da meno, anzi.

Una città in trasformazione, dalle tante vocazioni e dalle inevitabili contraddizioni, dalle tante voci, dai molteplici interessi, che si riflettono in ciò che propone a chiunque arrivi. E sono sempre di più le persone che lo fanno, attratte anche da questa grandissima capacità di Torino di valorizzare le bellezze più differenti. Anche questa pluralità di proposte contribuisce a costruire la capacità unica della nostra città di muoversi con disinvoltura tra un passato antichissimo e un futuro ancora da scrivere, di cui a volte si intravedono soltanto le possibilità.

I monili egizi e le nuove tecnologie dell’auto, l’arte dell’oriente più lontano e la storia del nostro Paese, grandissimi nomi dell’arte moderna e le giovanissime generazioni dell’arte contemporanea, le maestre e i maestri della musica classica e della musica elettronica. Torino è tutto questo, insieme: una ricchezza di diversità che la rende particolarmente ricettiva, capace di crescere e svilupparsi, e di diventare sempre più un luogo presente sulla mappa nazionale e internazionale. La nostra città ha anche la preziosa capacità di muoversi tra la dimensione dei grandissimi eventi internazionali e quella che vive di tante iniziative con un orizzonte più locale, ma altrettanto importanti, che vanno a impattare sui nostri quartieri, coinvolgendo direttamente cittadine e cittadini.

Il 2023 è stato ricco di eventi che hanno confermato la vocazione della nostra città ad essere un palcoscenico davvero ideale, e il 2024 non sarà da meno, anzi. Le Nitto ATP Finals 2024, il bicentenario del Museo Egizio, la partenza del Giro d’Italia, il Tour de France, un lungo elenco di mostre di altissimo livello, il grande basket, la programmazione nei nostri teatri, l’arte contemporanea, il nuovo Festival della Fotografia, gli eventi culturali come il Salone del Libro, i festival musicali, il ritorno del Salone dell’Auto, l’assemblea di tutti i Comuni d’Italia, il Salone del Gusto e gli eventi enogastronomici: l’unicità di Torino passerà attraverso tutti questi elementi, e tanti altri ancora, diffusi, differenti, dedicati a tutte e a tutti.

E dunque, che cos’è Torino? Torino è una Città che sorprende e sa sorprendere. Ciascuno può trovare una risposta personalissima a questa domanda: può farlo grazie a quella energia che sta crescendo, è visibile, attraversa la città, toccando tutte le sue anime e le sue sfaccettature. Siamo convinti che le tante vocazioni, le tante anime di Torino siano una delle sue ricchezze più preziose: noi continueremo il lavoro e l’impegno costante per consolidarle e svilupparle. Non resta che vivere la nostra città, in tutte le sue proposte, per capire, davvero, cos’è Torino. Una città dalle tante anime, da scoprire ogni giorno.