News

Mirafiori Motor Village

Un nuovo concept per l'automobile

di Laura Sciolla

UN’AREA POLIEDRICA, EMBLEMA DELLA NUOVA IMMAGINE DEL GRUPPO FCA. MA MIRAFIORI MOTOR VILLAGE NON È SOLO ESPRESSIONE DELLO SHOWROOM CONTEMPORANEO. È RIQUALIFICAZIONE DI UN QUARTIERE, È LUOGO DI INCONTRO, È ARTE ED EVENTI. È RISPOSTA AI BISOGNI DI UNA CLIENTELA SEMPRE PIÙ INFORMATA CHE OLTRE AL PRODOTTO, CERCA UN SERVIZIO D’ECCELLENZA. IL FLAGSHIP FCA RACCOGLIE LA STORIA DELLO STABILIMENTO PIÙ GRANDE D’ITALIA E LA REINTERPRETA GUARDANDO AL FUTURO

‘Tutti in fabbrica’. In tanti ricorderanno Torino ricoperta dallo slogan che invitava a scoprire il nuovo Mirafiori Motor Village. Era il maggio 2006, una data che diede inizio al rinnovamento dell’immagine di FIAT Auto e cambiò il modo di vivere l’autosalone. Proprio dove, fino al 2003, si trovava la linea di assemblaggio delle portiere e dei sedili della Panda, Marchionne ebbe l’intuizione di realizzare un flagship che rappresentasse il cambiamento del marchio; da due anni l’area viveva in stato di abbandono, dopo che la lavorazione era stata trasferita altrove. Nel dicembre 2005 iniziarono i lavori: l’obiettivo era cambiare tutto, senza perdere nulla di quello che rappresentava il passato (l’area e i suoi edifici furono inaugurati nel 1939), valorizzando lo spazio e aprendolo al pubblico.

Ecco che, a poco a poco, Mirafiori Motor Village prese forma, svelandosi fin da subito al pubblico grazie all’abbattimento del muro che oggi circonda in parte il più grande complesso industriale italiano (che si estende su una superficie di due milioni di metri quadri). Insomma: la città entrava in fabbrica e la fabbrica si apriva verso l’esterno. In soli sei mesi, tutto fu pronto. Cinquemila persone arrivarono il giorno della festa di inaugurazione, attratte dalla nuova immagine avveniristica di questo pezzo di storia cittadina.

Ancora oggi il flusso di visitatori rimanda a numeri da musei: 250mila passaggi all’anno. Ciò che è stato immediatamente apprezzato di Mirafiori Motor Village è la sua capacità di far convivere l’anima commerciale con quella esperienziale. La vendita di vetture resta il core business, ma è l’esposizione nella sua completezza che piace e attrae. La rivoluzione del concept si percepisce già nei servizi direttamente collegati alla vendita: il test drive con gli ultimi modelli, il Telepass point, l’ufficio dedicato all’assicurazione auto, il banco Easy Drive per le pratiche auto. Ma, soprattutto, Mirafiori Motor Village va a proporre un sistema d’acquisto fuori dal comune nel momento in cui offre un caffè/ristorante (Mirafiori Cafè) aperto al pubblico (di nuovo il legame con il quartiere), una sala polivalente (Mirafiori Agorà) in grado di ospitare convention, eventi e meeting aziendali, una zona dedicata all’arte contemporanea (Mirafiori Gallery). All’ingresso c’è anche il Mirafiori Store, dove è possibile acquistare tutto il merchandising del gruppo FCA.

Come raccontano i responsabili del marketing, se la prima mission del progetto è stata ‘abbattere il muro’ della fabbrica nei confronti della città, la seconda fu progettare un centro polivalente che avesse come finalità l’aggregazione sociale nelle più diverse forme. Ed ecco le differenti anime della location. Cerchi un’auto e trovi un mondo: oggi può capitarti di sorseggiare un caffè dopo aver gustato un tramezzino, di essere invitato a una serata di beneficenza (con magari il catering organizzato dallo stesso Mirafiori Café), di acquistare l’auto dei sogni, tutto nello stesso spazio. E magari di tornare a casa con una felpa con i brand FCA. L’innovazione del progetto va oltre lo spazio di piazza Cattaneo. È nato il Motor Village Digital Store in piazzale San Gabriele di Gorizia, il primo showroom senza vetture, che mette al centro il cliente e il valore del suo tempo. Il Motor Village Digital Store offre, inoltre, innovativi servizi a domicilio, come il test drive, i preventivi e le proposte commerciali, facendosi così promotore di un nuovo approccio al cliente, che trova il suo focus nell’attenzione alle sue esigenze e alla relazione, in maniera sempre più smart e veloce.

Ci spiegano dal marketing: «L’automotive si sta orientando verso questo modo di vendere e acquistare, secondo l’ottica di un’esperienza all’insegna della comodità e del no stress. Abbiamo così strutturato una serie di servizi che rispondano a queste esigenze. Anche chi preferisce concludere l’affare nel nostro showroom è comunque un cliente che non viene qui per ‘scoprire’ una vettura, avendo già acquisito tutte le informazioni sul web, ma per soppesare il rapporto tra l’offerta e il servizio. Di nuovo, è su quest’ultimo aspetto che stiamo puntando: dobbiamo raccontare non solo il prodotto, ma soprattutto la realtà completa e poliedrica che rappresentiamo. Una proposta unica: la fabbrica che si evolve».

Altra peculiarità di Mirafiori Motor Village riguarda il settore aziende: personale appositamente formato, dopo uno scouting telefonico, propone all’azienda una consulenza per analizzare la flotta di cui dispone e valutare, gratuitamente, eventuali bisogni non ancora soddisfatti. Inoltre, Mirafiori Motor Village ospita una sezione Autonomy specializzata nell’allestimento dei veicoli commerciali o privati per casi di disabilità. È un processo fatto di competenza ed esperienza a disposizione dei clienti già nella fase di preventivo e test drive, per valutare insieme le modifiche da apportare alla vettura.

Agli aspetti innovativi si unisce la volontà di garantire un servizio personale a tutti i clienti, che vengono assistiti dalla scelta alla consegna dell’automobile, e persino dopo, con un recall per valutare la customer satisfaction. Sono 20mila le auto vendute all’anno dallo staff di Mirafiori Motor Village: 20mila clienti che possono vivere un’esperienza di acquisto completa e unica nel suo genere. A 13 anni dall’inaugurazione, Mirafiori Motor Village resta una case history di innovazione, un esempio di rigenerazione urbana, di integrazione (con la città) e di capacità nell’eccellere contemporaneamente su proposte tra loro fortemente differenti. E la conferma di come la vendita offline possa essere affiancata alla vendita online, traendo tutti i vantaggi derivanti dalla presenza su entrambi i canali. Perché anche questo è il futuro.

I servizi

  • Ufficio pratiche auto e assicurazione
  • Customer care
  • Postazione bancomat
  • 200 posti auto per i clienti
  • Carrozzeria di 1200 metri quadrati
  • Officina con 32 postazioni di lavoro e otto accettazioni indipendenti
  • Magazzino ricambi con 35mila articoli gestiti
  • Store di merchandising
  • Sala polivalente da 400 posti per eventi e congressi
  • Spazio espositivo dedicato all’arte contemporanea
  • Caffè/ristorante

MIRAFIORI MOTOR VILLAGE

Piazza Cattaneo, 9

www.mirafiorimotorvillage.it

 

MOTOR VILLAGE DIGITAL STORE

Piazzale San Gabriele di Gorizia, 210

www.motorvillagedigitalstore.it

(Foto di MARCO CARULLI e ARCHIVIO MOTOR VILLAGE)