News

Cultura

“Don Chisciotte” all’Open Factory

Una tragicommedia dell’arte messa in scena dai due improbabili saltimbanchi di Stivalaccio Teatro. Un mix di generi tra tradizione, teatro d’attore e commedia dell’arte

All'interno della programmazione We Are Open all'Open Factory di Nichelino, una tragicommedia dell’arte messa in scena dai due improbabili saltimbanchi di Stivalaccio Teatro.

Suoni e capriole per uno spettacolo divertente che mischia al suo interno tradizione, teatro d’attore e commedia dell’arte, in una chiave di lettura originale.

Sul palco i due attori si immedesimano in membri della famosa compagnia dei Comici Gelosi, attiva e applaudita in tutta Europa tra il 16° e 17° secolo: Giulio Pasquati, padovano, in arte Pantalone, e Girolamo Salimbeni, fiorentino, in arte Piombino.

Vivi per miracolo, i due raccontano «di come sono sfuggiti dalla forca grazie a Don Chisciotte, a Sancho Panza ma soprattutto grazie al pubblico. A partire dall'ultimo desiderio dei condannati a morte prendono il via le avventure di una delle coppie comiche più famose della storia della letteratura, filtrate dall'estro dei due saltimbanco che arrancano nel tentativo di procrastinare l'esecuzione».

Risate assicurate e sana improvvisazione: «sul tema dell'amore e della fame, del sogno impossibile, dell'iperbole letteraria, della libertà di pensiero e di satira con "l'unico limite: il cielo" come direbbe Cervantes».

Uno spettacolo dedicato al pubblico, che salverà i due attori dalla morte... e salverà il teatro!

Biglietto: 15 euro (+ prevendita)

In vendita su TicketOne

Maggiori informazioni: www.openfactory.space / biglietteria@teatrosuperga.it / Tel. 011 6279789