News

Kinderdental

«Miriamo alla perfezione»

DA QUANDO ABBIAMO SCOPERTO KINDERDENTAL&FAMILY, NOI DI TORINO MAGAZINE SIAMO RIMASTI COSÌ COLPITI DALL’ALTA PREPARAZIONE DELLO STAFF E DALLE TECNOLOGIE IMPIEGATE DA AVER DECISO DI ESPLORARE IL SUO MONDO A PUNTATE

Kinderdental&Family by Dental Studio Torino, il centro odontoiatrico all’avanguardia, accogliente e sicuro per tutta la famiglia, è organizzato con sale d’aspetto dedicate alle varie fasce di età e ha un ricircolo continuo di aria sterilizzata da tecnologia NASA. Riconosciuto ufficialmente come polo di riferimento dell’Università di Cagliari, si distingue anche per il suo approccio multidisciplinare verso le problematiche dei pazienti, grazie alla collaborazione costante con insigni medici specializzati nelle varie branche del sapere medico.

Con la curiosità di chi è ancora avido di sapere, prenotiamo un altro appuntamento attorno alle 20, al quarto piano del PalaTober, l’edificio adibito alla medicina in corso Francia 10 a Rivoli. Questa volta ad accoglierci è Pietro Vannetiello, il socio che, insieme ad Antonio Norcia e a Giada Matacena, ha fondato Kinderdental&Family.

I dottori Giada Matacena, Pietro Vannetiello e Antonio Norcia

Dottor Vannetiello, di che cosa si occupa?

«Sono il direttore sanitario di Kinderdental&Family. Mi occupo prevalentemente di odontoiatria conservativa, protesi ed endodonzia. Il mio principio guida è riportare integro il dente, in controtendenza all’invalsa, attuale abitudine di togliere denti per inserire impianti: per noi l’impianto è l’ultima delle soluzioni, quella adottata come extrema ratio. Teniamo alla salvaguardia dei denti più di ogni altra cosa, curando tutto ciò che è salvabile e caldeggiando la prevenzione».

Il dottor Pietro Vannetiello

In cosa consiste l’odontoiatria conservativa?

«L’odontoiatria conservativa ricostruisce la funzionalità e l’estetica dentale. La effettuiamo sui pazienti affinché recuperino appieno la facoltà masticatoria, ricorrendo alla devitalizzazione o alla chirurgia estrattiva solo dove strettamente necessario. Operiamo avvalendoci dell’utilizzo di tecnologie d’avanguardia, di strumentazione mininvasiva e di materiali biocompatibili di ultima generazione, atti a conservare o ricostruire i tessuti dentali messi sotto attacco da processi di traumatismo dentale o dalla presenza batterica del cavo orale».

Quando parla dei tessuti dentali attaccati dai batteri, si riferisce alla carie?

«Sì, la carie dentale è una patologia della bocca molto diffusa, che porta alla distruzione dei tessuti del dente, cioè dello smalto e della dentina. Quando la carie raggiunge la polpa dentale, cioè la parte più sensibile e profonda del dente, la terapia conservativa potrebbe prevedere un trattamento endodontico».

Il dottor Pietro Vannetiello

Ci può spiegare di cosa si tratta?

«Il trattamento endodontico, afferente alla branca dell’endodonzia, è conosciuto più comunemente con il termine “devitalizzazione” e prevede, a seguito di una diagnosi corretta, l’eliminazione della parte vitale del dente che è stata compromessa da un’aggressione batterica, oppure da traumi o fratture. La devitalizzazione si rende indispensabile al fine di preservare il dente, evitandone l’estrazione. Dopo tale intervento, il passo successivo prevede l’inserimento di una capsula dentale, affinché il dente sia più resistente e protetto da eventuali fratture durante la masticazione».

I dottori Pietro Vannetiello, Giada Matacena e Antonio Norcia

Di quali strumenti vi avvalete e che ruolo rivestono nel vostro lavoro?

«Nella nostra struttura sono presenti solamente strumenti di ultima generazione, che aiutano nel rimando di una diagnosi precisa e nella salvaguardia della salute del paziente. Tra gli altri, cito: la panoramica in digitale; il microscopio elettronico di supporto alla chirurgia e all’endodonzia; il laser; il rilevatore di impronta digitale in 3D; le lastre endorali ai fosfori, che garantiscono una bassa emissione di raggi X. La tecnologia è un supporto fondamentale per la realizzazione ottimale del nostro operato e ci aiuta a monitorare la serenità e la tranquillità del paziente durante i vari trattamenti odontoiatrici. Noi miriamo a rag- giungere la perfezione per tutti i nostri pazienti».

In che modo si raggiunge la perfezione?

«La perfezione si raggiunge facendo confluire, in un ambiente accogliente e innovativo qual è il nostro, le tre  componenti che abbiamo tutti noi che lavoriamo in Kinderdental&Family: impegno, passione e dedizione».

Quando è necessario sottoporsi a una visita odontoiatrica?

«La prima visita è consigliata intorno ai sei anni e andrebbe ripetuta periodicamente, in modo da poter valutare il regolare sviluppo della dentizione e intercettare eventuali problemi dovuti alla presenza di carie, placca, tartaro, infezioni, infiammazioni o malocclusioni. La prevenzione è importantissima per salvaguardare al meglio la bocca ed evitare molti fastidi in futuro».

Come avviene la corretta prevenzione?

«La prevenzione odontoiatrica implica di rispettare un insieme di indicazioni atte a mantenere la salute del cavo orale, che andrebbero applicate fin da tenera età e coadiuvate da visite odontoiatriche periodiche. In Kinderdental&Family prestiamo così tanta attenzione alla prevenzione da aver deciso di aiutare e motivare il paziente nel mantenimento di una corretta salute orale includendo una lezione ad hoc nella nostra seduta di igiene orale. Ci avvaliamo della collaborazione di igieniste qualificate come le dottoresse Olga Vannetiello e Alessandra Lupo. Consigliamo poi ai nostri pazienti, su protocolli personalizzati, controlli a scadenza trimestrale o semestrale».

Come vi comportate con i pazienti fobici?

«Abbiamo diversi pazienti con la fobia del dentista. All’ascolto attivo associamo tecnologie come la sedazione cosciente, che è adatta sia per gli adulti che per i bambini. Prima, però, dedichiamo tutto il tempo necessario affinché venga instaurato con loro un rapporto confidenziale ed empatico e si sentano riconosciuti e accolti anche nelle loro paure».

 

«Ci prendiamo cura del sorriso di tutta la famiglia»

 

Contatti / Facebook / Instagram

www.kinderdentalstudiofamily.it

 

(Foto PIERO OTTAVIANO)