News

  • Giorgina Siviero: come può ripartire il commercio torinese - Leggi tutto
  • Carlo Emanuele Bona: Torino ancora al centro della filiera dell'editoria - Leggi tutto
  • Alberto Sinigaglia: i canali di informazione, basilari per la rinascita - Leggi tutto
  • Christian Greco: la cultura per contribuire alla rinascita - Leggi tutto
  • Alessandro Bollo: le priorità su cui lavorare per il futuro - Leggi tutto
  • Sebastian Schwarz: vorrei un Regio senza barriere - Leggi tutto

#iosonotorino

di Alberto Morano

Alberto Morano: Torino può pensare di invertire la rotta

«Il lockdown imposto dall’emergenza COVID- 19 ha fiaccato ulteriormente il morale dei torinesi, già provato da una lunga crisi economico-sociale. L’invecchiamento della popolazione, la fuga dei giovani che cercano nuove opportunità fuori Torino, la progressiva perdita di aziende, la diminuzione degli eventi culturali con conseguente calo del turismo, l’incremento dell’indice di povertà sono alcuni segnali del lento declino della città.

Affrontare le difficoltà del momento con un ragionato ottimismo. Insieme a una valorizzazione del patrimonio culturale e a un'attenzione delle politiche per sostenere l'occupazione, Torino può pensare di invertire la rotta

La valorizzazione del patrimonio culturale e l’organizzazione di eventi che riportino Torino al centro dell’attenzione degli operatori turistici internazionali – non appena ciò sarà consentito dalla fine dell’emergenza – sono due degli aspetti su cui dovrà essere concentrata l’attenzione. Occorrerà, poi, promuovere politiche che portino a una riduzione delle imposte locali a favore dei soggetti che investono nella città, creando nuova occupazione.

Ma, soprattutto, bisogna trasmettere ai cittadini un messaggio improntato a un ragionato ottimismo, consapevoli che rimboccandoci le maniche ce la possiamo fare a invertire la rotta».

 

 

Alberto Morano

Alberto Morano è nato il 1° maggio 1958 a Torino, dove ha conseguito la maturità classica e la laurea in Giurisprudenza. Ha lavorato a Torino nello studio del notaio Marocco e poi, per tre anni, in Citibank Milano nell’area corporate finance. Notaio a Torino dal settembre 1990, è socio fondatore dello studio Notai Piemontesi Associati e autore di numerose pubblicazioni di diritto societario. Nel 1994 ha fondato lo studio di consulenza legale Morano & Associati, specializzato in operazioni di leveraged buyout. Nel 2004 è diventato socio dello studio legale White & Case. Dal novembre 2005 a fine 2010 è stato responsabile della sede italiana di SJ Berwin LLP e, dal 2011 al 2015, of counsel dello Studio Gattai Minoli Agostinelli & Partners. Dal 23 giugno 2016 è consigliere comunale a Torino per una lista civica

 

Torino Magazine Speciale 2020.

In edicola e in libreria.