News

#iosonotorino

di Andrea Gavosto

Andrea Gavosto: la rinascita di Torino parte dalla formazione

«Torino può avere ancora il ruolo, che non le è nuovo, di stimolo per l’istruzione e la formazione in Italia. Due esempi, agli estremi dello spettro delle età. Nella fascia dei più piccoli – da 0 a 6 anni – vanno rafforzate senza esitazioni le buone pratiche di oggi, diffondendo il sistema integrato che accompagna il bambino nei primi percorsi di relazione e, insieme, aiuta i genitori e soprattutto le donne che lavorano.

Partire dai bambini, sostenere il sistema universitario torinese. Senza dimenticare il versante strutturale, l'edilizia scolastica

Dal sistema universitario torinese, già forte oggi sul fronte della ricerca scientifica e tecnologica, mi aspetto che sia un modello per superare due ritardi italiani rispetto all’Europa: la mancanza di percorsi professionalizzanti e la formazione nelle materie scientifiche, soprattutto fra le studentesse. Infine, la nostra città può dire – come negli ultimi anni ha già fatto – una parola importante per rinnovare l’edilizia scolastica.

Coinvolgendo nella ricerca le comunità scolastiche per farla più bella, sicura e sostenibile. Ripensando gli spazi di apprendimento, affinché siano più accoglienti e favorevoli a un altro modo di fare scuola, che apprenda anche dalle lezioni del COVID-19. Ancora una volta, Torino fa scuola»

 

 

Andrea Gavosto

Andrea Gavosto, 61 anni, economista, è nato a Torino. Si è laureato all’Università di Torino, completando la sua formazione alla London School of Economics. È stato chief economist in FIAT Group e Telecom Italia e ha lavorato presso il Servizio Studi della Banca d’Italia. Dal 2008 dirige la Fondazione Agnelli, che sotto la sua guida ha concentrato le proprie attività di ricerca sui temi dell’istruzione, pubblicando studi e rapporti sul sistema scolastico e universitario in Italia. Gavosto è autore di numerosi saggi in campo macroeconomico, dell’economia del lavoro e dell’istruzione.

 

Torino Magazine Speciale 2020.

In edicola e in libreria.