News

#iosonotorino

di Claudia Porchietto

«Torino è desta. Torino è tosta. Basta autocommiserarsi»

«Desta e ‘tosta’. Così voglio la mia città the day after, la battaglia si deve e si può vincere. Questi mesi sono stati difficili, Torino era dannatamente spettrale nelle sere del lockdown, con i viali che sembravano ancora più grandi, così vuoti senza traffico e senza rumore. Ma i miei occhi la vedevano altera, superba e pronta a ripartire.

Torino, più di altre città, sa cosa vuol dire rialzarsi, ne dobbiamo essere tutti consapevoli: diamo prova di coraggio, di positività, di capacità di reagire.

Basta autocommiserarsi: siamo sempre stati innovatori e possiamo ancora esserlo. Mettendo da parte l’understatement sabaudo e scommettendo sulle nuove generazioni.

Nel passato recente abbiamo scelto di non giocare delle partite importanti, abbiamo perso occasioni, ma adesso basta autocommiserarsi: dobbiamo essere attori di un nuovo film, ripartire dalla freschezza dei giovani che studiano in città, dalla grande realtà manifatturiera che Torino è stata ed è ancora, la capitale del saper fare, innovatrice e resiliente. Sapevamo fare le auto nel secolo scorso, sapremo essere innovatori del settore.

Mettiamo da parte l’understatement sabaudo, la modestia dei progetti degli ultimi anni, e riprendiamoci un ruolo al quale abbiamo abdicato da troppo tempo. Accreditiamoci sulle piazze internazionali così come facemmo nell’ormai lontano 2006, un esempio calzante al quale guardiamo con nostalgia.

Ma noi torinesi siamo quello, pragmatismo e competenze. E che questa ripartenza, soprattutto, ci permetta di coinvolgere le nuove generazioni nella scommessa».

 

 

Claudia Porchietto

Torinese, dottore commercialista e imprenditrice, Claudia Porchietto oggi è parlamentare alla Camera dei Deputati; nel recente passato, invece, è stata assessore della Regione Piemonte con deleghe a Formazione, Lavoro e Attività produttive. Prima dell’impegno in politica è stata per molti anni rappresentante delle piccolee medie imprese come presidente di API Torino. Sposata con Marco, madre di Gaia e Francesco, si divide tra la sua città, Torino, e le Valli Olimpiche, sulle quali si rifugia sia in inverno che in estate.

 

Torino Magazine Speciale 2020.

In edicola e in libreria.