News

Pareri dei Lettori

Elisabetta De Nigris

Elisabetta nasce nel 1986 a Torino. Si laurea in Virtual & Graphic Design alla facoltà di Architettura e, per dieci anni, lavora nell’ambito dell’ICT (Information & Communications Technology) e del marketing, maturando esperienze nel settore della comunicazione digitale e dell’informatica. Oggi è responsabile operativo & marketing di Traiano Luce 73, dove si occupa di sistemi informativi e digitalizzazione. Una passione? Esplorare la mappa dei luoghi della ristorazione torinese, sperimentare posti nuovi e assaggiare un po’ di tutto.

Consiglia

«Per la pizza il mio top è Berberé Pizzeria, in via Sestriere 34. Il locale è stato ricavato dalla ristrutturazione di un vecchio stabilimento industriale dell'ex CIMAT. Il capannone è stato convertito in centro polifunzionale e, tra gli altri spazi, conta anche questa pizzeria, giovane e contemporanea, con la cucina a vista e ambienti ampi decorati da artisti emergenti. Il punto forte è la pizza: l'impasto croccante e soffice, con farine integrali e biologiche e solo condimenti d'eccellenza, provenienti da presidi Slow Food e aziende agricole che collaborano con Libera. Adoro la cucina etnica e, in fatto di sushi, la mia preferenza va a Zushi: raffinato, moderno ed elegante, propone i grandi classici del sushi e rivisitazioni innovative in un menù sempre nuovo. Piacevole scoperta è stata Street Fish, in via Bogino: tacos di pesce crudo, ceviche, bowl... pesce di qualità, rivisitato in chiave latinoamericana, accostamenti insoliti ma di grande equilibrio. Per il capitolo vista mozzafiato, mi sento di suggerire Al Monte dei Cappuccini, ristorante della tradizione piemontese a picco sulla città».