News

Pareri dei Lettori

Federica Balbo

Commercialista e past president dell’UGDCEC, l’Unione dei Giovani Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Torino, è un’appassionata di calcio nonché fan sfegatata del Toro. Nata nel luglio del ’77, quando deve scegliere una location ama andare sul sicuro e opta volentieri per i suoi ‘soliti’ posti del cuore, di cui apprezza i menù genuini e la provenienza degli ingredienti. Cerca sempre di valorizzare il cibo made in Italy e ama spaziare tra diverse cucine regionali, senza confini: ha un debole per la pasta – specie se condita con il ragù – e, nell’ampio ventaglio di ristoranti che nomina, elenca anche un esempio di cucina cilentana.

Consiglia

«La Credenza di San Maurizio Canavese, ristorante stellato ai cui fornelli si trovano gli chef Giovanni Grasso e Igor Macchia, offre una scelta raffinata e di livello. Agli amanti della carne consiglio l'Hostaria del Vecchio Macello, un riferimento per gustare prodotti enogastronomici di qualità. Quando ho voglia di mangiare pesce scelgo i torinesi Capriccioli, in via San Domenico, e L'Ancora, in via della Rocca: da piccola non amavo molto la cucina di mare, ma col tempo ho imparato ad apprezzarla. È da provare anche la Pizzeria Da Zero, che ha portato un po' di Cilento ai piedi della Mole».