News

  • Dario Gallina: le parole chiave? Progetti, accelerazione e positività - Leggi tutto
  • Cristiano Fiorio: un futuro straordinario è possibile - Leggi tutto
  • Riccardo D'Elicio: lo sport come fattore di rinascita per Torino - Leggi tutto
  • Benedetto Camerana: progettare per rigenerare il nostro patrimonio - Leggi tutto
  • Luca Ballarini: Torino è la città bella - Leggi tutto
  • Chiara Appendino: sei pilastri per il futuro - Leggi tutto

#iosonotorino

di Fabrizio Corbera

Meno male che non bisognava favorire gli assembramenti…

Torino, 31 maggio 2020

Abbiamo annullato o sospeso tutto: il lavoro, la scuola, le vacanze, la Juve, il Toro, il basket, la fidanzata, il calcetto, il pranzo da mamma, la messa, la festa dello scudetto, il tutto per non creare assembramenti. Ci hanno bombardato con hashtag improbabili come #iorestoacasa, #distantimavicini, #vicinimadistanti e altri slogan debordanti di melassa. E noi bravi, ubbidienti, responsabili, siamo stati capaci di reggere una situazione insostenibile per mesi .

E ora che fanno? Organizzano la parata delle Frecce Tricolore, praticamente un ‘agguato’, con passaggio proprio sopra di lei, essa, Piazza Vittorio, quella dove ai baristi hanno fatto le multe per un caffè consegnato un metro dentro invece che un metro fuori il locale, per aver favorito un contatto e forse il contagio.

E noi bravi, ubbidienti, responsabili, capaci per mesi di reggere una situazione insostenibile

E ‘loro’ ora si inventano un’esibizione militare spettacolare che tra l’altro tutti amano, in pieno giorno, annunciandola con la fanfara e riempiendo così la piazza di gente con il naso all’insù. Come portare un bambino alle giostre e poi dirgli di non fare nemmeno un giro sugli autoscontri.

E ora? Ora la mascherina dal venerdì al martedì perché non si sa mai, siamo inaffidabili, noi, soprattutto dal venerdì al martedì. Sto pensando a gesti clamorosi… ma solo di mercoledì o giovedì.

.