News

#iosonotorino

di Massimo Giuntoli

«Investire in grandi opere di marketing urbano»

«Torino è cresciuta a livello di visibilità anche grazie agli interventi che hanno segnato una nuova forma della città. Il territorio piemontese ha un elevato numero di edifici in disuso, un patrimonio da valorizzare per favorire la ripartenza, promuovendo ad esempio l’utilizzo temporaneo di stabilimenti dismessi, sull’esempio della legge sul temporary use della Regione Veneto, che ha varato inoltre un provvedimento a favore della demolizione.

Investire in grandi opere di marketing urbano, nella stretta collaborazione tra istituzioni e privati. È questa la base per rendere attrattiva Torino

Bisogna investire nelle grandi opere e in azioni di marketing urbano, valorizzando il rapporto pubblico-privato per garantire la sostenibilità economica degli interventi. Un tassello importante potrebbe essere quello di far entrare Torino nel C40: un network composto da 96 città in tutto il mondo, una vetrina internazionale per attirare gli investitori.

Il festival di architettura Bottom Up! e il ciclo di incontri Architettiamo la città sono iniziative con cui l’Ordine degli Architetti e la Fondazione per l’architettura si impegnano per promuovere percorsi di rigenerazione urbana condivisa».

 

 

Massimiliano Giuntoli

Architetto, è AD della società di ingegneria Gruppo Torinoprogetti, struttura leader nel settore della progettazione industriale, della sicurezza nei luoghi di lavoro, nei cantieri e nelle verifiche strumentali, nonché ente accreditato dalla Regione Piemonte per la formazione. È stato cultore della materia nel corso di Ergonomia al Politecnico di Torino, insegna Sicurezza nei luoghi di lavoro e nei cantieri nei corsi specialistici per architetti e ingegneri ed Ergonomia allo IAAD Torino. È presidente dell’Ordine degli Architetti PPC di Torino e consigliere della Fondazione per l’architettura / Torino.

 

Torino Magazine Speciale 2020.

In edicola e in libreria.