News

Pareri dei Lettori

Tommaso Perosino

Classe 1997, si diploma al Liceo classico Massimo d’Azeglio e intraprende il percorso universitario di Scienze gastronomiche a Pollenzo. Mai nascosta la passione per cucina e cibo, la possibilità di entrare all’Ateneo del Gusto gli permette di intraprendere esperienze e viaggi che ne stimolano la crescita. Dall’India alla Slovenia, dall’Olanda al Messico, «con la cucina chiamata spesso a essere l’unico vero strumento di comunicazione, il vettore culturale più forte che esista». Proprio in Slovenia sviluppa una passione per i cosiddetti vini naturali, «massima espressione di un vitigno e della personalità di un produttore». Amante della pallanuoto, che ha praticato per molto tempo prima di trasferirsi a Bra, adesso si obbliga a sporadiche corsette per potersi permettere le sue passioni.

Consiglia

«Spesso in un ristorante si cercano certezze e un po’ di sano stupore, in due parole tradizione e innovazione; in un indirizzo, Ristorante Consorzio, dietro piazza Solferino. Il menù insiste sulla tradizione piemontese con un paio di abili reinterpretazioni, e un’attenzione che adoro per le materie prime, la maggior parte piemontesi, più qualche intruso che non stona affatto. Dulcis in fundo, una carta dei vini davvero soddisfacente, che rappresenta fieramente i grandi classici della nostra regione e aggiunge interessanti spunti internazionali. Per uno che ama i vini naturali, è confortante osservare che qui hanno un occhio di riguardo, e mi sento subito coccolato. Probabilmente top per una cena rilassante, un po’ romantica e informale a luce soffusa»