News

  • David Lembo: dobbiamo erotizzare nuovamente il futuro - Leggi tutto
  • Gianni Belletti: una maggiore integrazione tra sanità pubblica e privata - Leggi tutto
  • Francesco Caputo Nassetti: investire in sapere è sapere investire - Leggi tutto
  • Stefano Geuna: un ruolo centrale dell'Università nella Torino del futuro - Leggi tutto
  • Gianluigi De Marchi: le mie proposte per il settore finanziario - Leggi tutto
  • Walter Rolfo: bisogna reagire e cogliere il cambiamento - Leggi tutto

#iosonotorino

di Paola Gribaudo

Paola Gribaudo: raccontiamo il nostro patrimonio

«Dobbiamo partire dal nostro patrimonio, per raccontarlo all’Italia e al mondo. Stiamo preparando la mostra ‘Disegnare la città’, che valorizzerà documenti, disegni, pitture, fotografie inedite conservate nei nostri archivi. Il progetto parte dalla necessità di ripensare il paesaggio urbano, la sua storia e la sua definizione anche estetica; una lettura della città dal punto di vista architettonico, decorativo e identitario, che va dai primi dell’Ottocento alla meta del Novecento.

Una grande mostra e un'associazione col respiro internazionale renderanno visibile l'Accademia in Italia e nel mondo portando Torino con sé

Prevediamo inoltre un itinerario condiviso con la Fondazione Accorsi-Ometto, il Rettorato dell’Università e il Museo Storico della Società Reale Mutua. Faremo conoscere una parte della nostra storia, in un percorso che coinvolgerà anche gli studenti dell’Accademia. E in via di costituzione l’Associazione Amici dell’Accademia, con una visione internazionale che farà conoscere le nostre attività di studio in Italia e all’estero.

 Il libro sui cartoni gaudenziani sarà il nostro più raffinato biglietto da visita≫.

 

 

Paola Gribaudo

È nata a Torino il 7 luglio 1959. Si è laureata con lode alla Facoltà di Lettere e Filosofia. Segue la realizzazione di libri d’arte, come curatore per editori, gallerie d’arte, artisti, collezionisti, musei e fondazioni in Italia e all’estero. Nel 2011 riceve l’onorificenza di Chevalier de l’Ordre des Arts et des Lettres dal Ministro della Cultura, coronando nel modo migliore 30 anni di professione con all’attivo circa mille tra libri e librini. È membro del comitato scientifico di Taobuk Taormina e di Polis Cultura. Nel 2016 riceve la medaglia di accademico d’onore dell’Accademia Albertina e, nel 2018, il Premio Saturnio. A marzo 2019 viene nominata presidente dell’Accademia Albertina di Belle Arti di Torino, prima donna a ricoprire la prestigiosa carica.

 

Torino Magazine Speciale 2020.

In edicola e in libreria.